Pharmaretail

Speciali

Primo semestre 2017, mercato stabile con andature diverse

La Redazione   |  25 luglio 2017

Il dato consolidato del primo semestre del 2017, elaborato da New Line Ricerche di Mercato, mostra un mercato della farmacia tendenzialmente stabile rispetto allo stesso periodo del 2016, con un trend a fatturato del +0,9% e con un andamento dei volumi complessivi di vendita pari al -0,8%. Anche l’etico si è mostrato stabile, realizzando un trend del +0,5% a fatturato e del -0,5% a pezzi, mentre il commerciale (qui inteso come tutto ciò che viene venduto in farmacia senza obbligo di ricetta e quindi SOP, OTC e extrafarmaco) ha registrato trend positivi a fatturato (+1,5%) e un leggero calo a pezzi (-1,2%).

Così come il risultato complessivo del primo trimestre del 2017 (+1,6% a fatturato e -0,3% a pezzi) nascondeva una notevole eterogenetià nei risultati dei singoli mesi (crescita importante a gennaio, calo a febbraio e ripresa a marzo), anche nel periodo aprile-giugno 2017, che complessivamente ha mostrato un calo del -1,8% a fatturato e stabilità a pezzi (-0,4%), si registrano trend abbastanza differenziati nei singoli mesi. Ad aprile il calo del mercato era stato rilevante, con un -6,6% a fatturato e un -7,7% a pezzi, a maggio si era registrato un andamento positivo (+3,5% a fatturato e +1,9% a pezzi) e infine giugno si è rivelato stabile rispetto allo stesso mese del 2016 (+1,6% a fatturato e totale stabilità a pezzi).



graf_1

 

 



L’ANDAMENTO DEL FARMACO ETICO

Nel periodo gennaio-giugno 2017 il trend complessivamente stabile del farmaco etico è la risultante dei trend stabili e leggermente negativi del farmaco di marca (-0,3% a fatturato e -1,3% a pezzi) e dei segni positivi del farmaco equivalente, in crescita del 5% a fatturato e del 2,1% a pezzi. All’interno del farmaco di marca la componente di fascia A è stata quella che ha registrato il maggior calo, con un -0,9% a fatturato e un -1,2% a pezzi, mentre i farmaci di fascia C hanno guadagnato nel semestre il +1,8% a fatturato e perso il -2,2% a pezzi. Il farmaco generico, invece, ha registrato andamenti positivi ovunque: in crescita del 4,7% a fatturato e del 2,2% a pezzi il farmaco rimborsabile e del 6,9% a fatturato e dell’1,3% a pezzi la fascia C.

graf_2  

L’ANDAMENTO DEL COMMERCIALE

Nel primo semestre dell’anno il commerciale ha realizzato un risultato complessivo del +1,5% a fatturato e del -1,2% a pezzi, dovuto al trend negativo del farmaco di automedicazione, che ha perso il -1,2% a valori e il -4,7% a volumi, e dal contributo positivo a fatturato (+2,3%) e stabile a pezzi (+0,2%) dell'extrafarmaco.
graf_3
Come spesso accade, gli andamenti dei singoli segmenti all’interno del extrafarmaco sono stati abbastanza eterogenei, seppure vi sia stata una prevalenza di trend positivi nel semestre. I migliori risultati rispetto allo stesso periodo del 2016 sono stati realizzati dai dispositivi per la protezione degli apparati, in crescita in tutti i primi sei messi del 2017 e che complessivamente hanno realizzato un +13,6% a fatturato e un +11,5% a pezzi. A seguire, in termini di risultati nel semestre, troviamo gli integratori con un trend del +6,1% a fatturato e del +4,2% a pezzi. Segni positivi, anche se più contenuti, per la veterinaria, cresciuta del 5,3% a valori e del 4% a volumi, e per la fitoterapia, con una leggera crescita a fatturato (+2,8%) e stabile a pezzi (+0,3%). Si registra tendenziale stabilità per la dermocosmesi (+0,5% a fatturato e -1,3% a pezzi), per i sanitari (-0,7% a fatturato e stesso andamento dello scorso anno a pezzi) e per gli altri alimenti dietetici (-1% a fatturato e -4,7% a pezzi). Trend in calo, infine, per i presidi in convenzione (-3,5% a fatturato e -1,2% a pezzi) e per l’omeopatia (-9,1% a fatturato e -11,3% a pezzi).
graf_4