Farmakom ci offre una panoramica sul business digitale delle farmacie

Farmakom ci offre una panoramica sul business digitale delle farmacie

Abbiamo incontrato Andrea Mangilli, Massimiliano Misseri e Alberto Trussardi di Farmakom, un operatore che si occupa di progetti di e-commerce per le farmacie per capire benefici e criticità dei progetti di e-commerce.

Quali sono i vantaggi per la farmacia nello sviluppo di un business digitale?

Sono molteplici e diversi a seconda del tipo di attività. Se ad affacciarsi al mercato online nazionale sono realtà già importanti, con un robusto potere contrattuale nei confronti dei loro fornitori e forti nelle politiche di prezzo, è molto probabile che possano diventare commercialmente aggressive senza intaccare la loro marginalità e sviluppare così un nuovo ramo d’azienda con fatturati importanti. Le attività più periferiche, con volumi di business meno consistenti, attraverso l’e-commerce possono raggiungere un mercato nazionale per aumentare in modo esponenziale il turnover dei propri prodotti, accrescendo il potere contrattuale nei confronti dei fornitori e portando buoni punti di marginalità nella farmacia.

Cosa significa avere una cultura digitale in farmacia?

Non si tratta solo di sviluppare il sito web per la vendita online, ma anche di soddisfare diversi bisogni con soluzioni intuitive che non facciano perdere tempo al cliente. Più si riesce ad automatizzare i processi di gestione dell’e-commerce dei farmaci, più il farmacista potrà dedicarsi ad altre attività a maggior valore, come la relazione con il cliente. È poi necessario attivare un network di partnership che copra tutte le attività, dalla gestione dei pagamenti al trasporto della merce, dalla contabilità al rilascio della fattura elettronica. Questo è permesso dal pacchetto completo di integrazioni che ogni farmacia riceve: la feature più importante è sicuramente la sincronizzazione con le banche dati del farmaco, per popolare il catalogo dell’e-commerce con i dati completi per ogni prodotto, comprese descrizioni e immagini, con un notevole risparmio di tempo per il farmacista, che non deve così inserire manualmente tutte le voci.

In quali step si organizza il progetto?

Farmakom nasce con l’intenzione di accompagnare il farmacista lungo tutto il percorso di trasformazione digitale. Forniamo una piattaforma e-commerce per le farmacie e le supportiamo nello sviluppo della loro attività online, anche grazie a partnership strategiche per pagamenti, trasporto, ecc.

Quali sono le criticità dell’attività online?

Il salto da offline a online è molto più drastico di quanto si pensi: il farmacista si trova in un mondo nuovo, che gli chiede di ripensare alle proprie competenze e di acquisirne di nuove. Padroneggiare i diversi canali per la comunicazione, allestire una strategia di marketing online, presentare un sito internet professionale, ripensare logistica e amministrazione in ottica e-commerce, gestire un cliente non fisicamente presente, curare l’immagine digitale. Sono tutti aspetti di importanza critica per il successo della farmacia online e più si riesce a centralizzarne la gestione meglio è il farmacista, che nel frattempo inizia a fare esperienza con le logiche online.

Qual è il fatturato medio annuo generato dalle farmacie online?

La farmacia con un business online in fase sufficientemente matura (dopo 6/9 mesi di attività) ha una proiezione media di fatturato per i successivi 12 mesi che parte dai 600mila euro in su, frutto di un’attività di posizionamento di un buon catalogo di referenze sui comparatori di prezzo. Attività di marketing diretto o il presidio di ulteriori canali di distribuzione online per tutto ciò che non è farmaco come i marketplace rappresentano poi dei moltiplicatori importanti di fatturato che portano le farmacie a sviluppare volumi annui di diversi milioni di euro.

Qual è l’ordine di grandezza del costo di realizzazione di una piattaforma di e-commerce per la farmacia?

Il costo per l’infrastruttura IT si attesta sotto i 10mila euro.