Necessità di confronto tra tutte le componenti del settore

Necessità di confronto tra tutte le componenti del settore

Se osserviamo il trend del comparto dei Farmaci Equivalenti anche il nuovo anno si presenta sotto i migliori auspici.

Vi sono invece altri aspetti che generano  preoccupazione e pongono grandi incertezze per tutto il comparto farmaceutico.

È chiaro il riferimento al documento sulla Governance Farmaceutica che, ci si auspica, possa essere oggetto di confronto con le controparti Industriali in quanto il rischio di porre in una grave situazione di instabilità tutto il comparto Farmaceutico è elevatissimo.

Vi sono alcuni aspetti peculiari che vanno evidenziati:

  • Prezzi di rimborso dei Farmaci scaduti di brevetto: sono i più bassi in Europa  ed hanno oramai raggiunto la soglia dell’incomprimibilità. Trasformare i Farmaci in commodities  porrebbe a serio rischio anche gli attuali percorsi terapeutici.
  • Nel documento non si intravede il riutilizzo nella Farmaceutica delle risorse recuperate grazie agli equivalenti e ai biosimilari con conseguente mancato sostegno all’innovazione.
  • Il pay back è l’altro grande nodo che andrebbe finalmente sciolto.

Il discorso è, ovviamente, molto più ampio e rischia di colpire seriamente tutto il comparto Farmaceutico compresa la parte Industriale che è oggi uno dei fiori all’occhiello dell’economia nazionale.

L’augurio è che si possa arrivare a concertazioni che tengano Pharmaretail conto di tutte le componenti, uscendo dalla logica dei silos e dando  prospettive di stabilità a più ampio respiro a tutto il “sistema salute” del nostro Paese.