Dossier

Farmaci equivalenti, ancora divergenze tra farmacisti e medici

I farmaci generici sono dal punto di vista terapeutico equivalenti al prodotto di marca, ma meno cari in un range che va dal 20% al 50%: per questo motivo l’uso di farmaci equivalenti è ritenuto fondamentale per la sostenibilità del Servizio sanitario nazionale, consentendo di liberare risorse indispensabili a garantire una sempre maggiore disponibilità di farmaci innovativi.

E che permette al cittadino di risparmiare all’atto dell’acquisto dei medicinali.

Ma l’uso del farmaco equivalente in Italia è ancora ridotto rispetto a quello dei medicinali di marca. Continua a leggere

L’intervista a Cecilia Plicco, Shared Value & Sustainability Manager di Chiesi Farmaceutici

Nel numero di settembre di PharmaForFuture, la nostra rubrica dedicata ai temi della sostenibilità, vi proponiamo un’intervista a Cecilia Plicco (nella foto sotto), Shared Value & Sustainability Manager di Chiesi Farmaceutici, gruppo internazionale che da 85 anni ricerca, sviluppa e commercializza farmaci innovativi nelle terapie respiratorie, in neonatologia, nella medicina specialistica e nelle malattie rare. Chiesi è un’azienda certificata B Corp dal 2019 e si è impegnata a diventare carbon neutral entro il 2035. Continua a leggere

Make up in farmacia: come aumentare le vendite durante la pandemia?

Sebbene i tempi della pandemia abbiano reso difficile la vita ai prodotti per il make up (e diminuito le vendite), c’è chi è ancora pronto a scommettere su ombretti, eyeliner, fondotinta e anche sul rossetto, meglio se in versione no-transfer considerato l’uso della mascherina.

Da fine luglio, infatti, Mac Cosmetics, leader mondiale del make-up, ha stretto una partnership con il gruppo Boots per la vendita di prodotti per il trucco nelle pharmacies del Regno Unito e dell’Irlanda. Continua a leggere

Letto a settembre su Partnership

Tra le aree di bisogno che non sono ancora state intercettate pienamente dalle farmacie (e quindi potenzialmente in grado di trasformarsi in leve di traffico) rientrano quelle legate alla domanda di prodotti per la cura e la prevenzione delle problematiche del sistema nervoso. Se ne parla in questo articolo di Simone Nucci, responsabile commerciale di New Line Ricerche di Mercato pubblicate sull’ultimo numero di Partnership, la rivista cartacea di Alliance Health Care Italia.

Continua a leggere

Le Farmacie nella fase post emergenziale: ripensare l’esposizione nelle aree di attesa

Il Covid ha modificato in molti modi la relazione del cliente/paziente nei confronti della farmacia, e di questo cambiamento è importante tenere conto.

A partire dagli spazi: in questa fase, le aree di attesa si sono moltiplicate e il marciapiede stesso è diventato “spazio di attesa”. Continua a leggere

Antietà e prodotti labbra: i dermocosmetici “effetto traino” in farmacia

Formule rimpolpanti, liftanti, rigeneranti, illuminanti: la dermocosmesi antietà è un territorio sempre più vasto dove sperimentare soluzioni innovative ed efficaci per rallentare il ticchettio dell’orologio e regalare alla pelle un istantaneo effetto glow. Continua a leggere

Integratori e cosmetici, i più acquistati online dagli italiani durante il lockdown

2 milioni gli italiani hanno acquistato per la prima volta online durante il lockdown, spinti dalla chiusura dei negozi e nell’impossibilità di uscire da casa per fare acquisti. Molti sono stati anche coloro che, già acquirenti del web, hanno approcciato nuove categorie di prodotto, prima acquistate solo nei punti vendita fisici. Continua a leggere

Le ricette del farmacista per ripartire e affrontare la nuova normalità

Per riaccendere il mercato dei prodotti dell’assortimento commerciale della farmacia è importante mettere in campo una nuova progettualità e pianificare strategie di servizio al cliente/paziente, come, ad esempio, i protocolli di consiglio della farmacia. Di che cosa si tratta? Continua a leggere

Le piattaforme per video conferenze utili anche per la farmacia

È scientificamente provato che la comunicazione è più efficace quando è possibile vedere la persona con cui si sta parlando. Anche in farmacia, osservare le espressioni facciali dei clienti rende più facile capire se l’interlocutore ha compreso la nostra spiegazione oppure se ha bisogno di ulteriori dettagli. Continua a leggere

Letto a luglio su Punto Effe

Sul numero 10 di Punto Effe, la rivista pubblicata da Edra dedicata ai titolari di farmacia, vi segnaliamo questo articolo di Vera Majoros, responsabile New Business di New Line Ricerche di Mercato. Un’analisi puntuale dell’impatto del Covid-19 sul mondo della dermocosmesi, che approfondisce il “prima”, il “durante” e come affrontare il “dopo” l’emergenza sanitaria. Buona lettura!

Continua a leggere

L’intervista a Stefano Colombo, amministratore delegato di Montefarmaco

In questo numero di PharmaRetail, vi proponiamo una nuova intervista della nostra rubrica PharmaForFuture. Abbiamo parlato di sostenibilità con Stefano Colombo (nella foto), amministratore delegato di Montefarmaco OTC. Montefarmaco è un’azienda familiare farmaceutica italiana, attiva nella distribuzione di prodotti per il canale farmacia nelle aree OTC, integratori alimentari, dispositivi medici, cosmetici e impegnata nella ricerca di soluzioni all’avanguardia per migliorare la salute e il benessere delle persone. Continua a leggere

Solari per bambini: i consigli giusti in farmacia

Hanno la pelle molto sensibile e la funzionalità dei melanociti (le cellule che producono la melanina) è ridotta per molti mesi dopo la nascita, raggiungendo la piena stabilità solo nella pubertà. Sono alcuni dei tanti, validi motivi per esporre i bambini con estrema attenzione al sole. La Skin Cancer Foundation americana si spinge oltre, consigliando di evitare il sole diretto fino a un anno di età e di coprire con cappellino e indumenti a trama fitta i bambini con fototipi più bassi (I e II, capelli biondi o rossi, pelle e occhi chiari). Continua a leggere

Farmaci da banco online durante il lockdown? Li ha acquistati il 7% degli italiani, il 5% sopra i 55 anni

Tante volte abbiamo parlato dei numeri strabilianti dell’e-commerce dall’inizio della pandemia, soprattutto nei periodi del lockdown più rigoroso. Le nuove abitudini sono molto probabilmente destinate, almeno in parte, a durare nel tempo e coinvolgono una fetta importante della popolazione. Continua a leggere

Dermocosmetici green e bio: un’opportunità per la farmacia

Poco prima del lockdown, la tendenza cosmetica premiava la scelta green ed ecofriendly: secondo le stime degli analisti americani di Grand View Research, il mercato dei cosmetici bio e vegan avrebbe raggiunto quota 21 miliardi di dollari entro il 2025. Dopo lo tsunami Covid-19 le cifre probabilmente dovranno essere riviste al ribasso anche per i dermocosmetici green. Continua a leggere

Dopo il lockdown, quali canali utilizzare per rafforzare la presenza online della propria farmacia?

Il periodo che ci siamo appena lasciati alle spalle ha stravolto la nostra quotidianità. Per tenere in vita le nostre relazioni e continuare a lavorare, la tecnologia è stata fondamentale

Secondo i dati di McKinsey, dall’inizio dell’emergenza Covid-19, il 64% degli italiani ha incrementato la fruizione di contenuti online e il 62% l’uso dei videogiochi e le chat. Continua a leggere

Letto a giugno su Partnership

Sul nuovo numero di Partnership, la rivista cartacea di Alliance Health Care Italia, è presente questo articolo di Viki Nellas, responsabile area ricerche di New Line Ricerche di Mercato. Una ricognizione approfondita del settore dei prodotti oftalmologici, uno dei mercati potenzialmente in grado di trasformarsi in leva di traffico per aumentare gli ingressi in farmacia.

Continua a leggere

L’intervista a Massimo Mercati, amministratore delegato di Aboca

Dopo una pausa dovuta all’emergenza Coronavirus, PharmaForFuture è tornata!

Siamo felici di riprendere le interviste della nostra rubrica, perché siamo convinti che ripartenza economica e obiettivi di sostenibilità non siano affatto in competizione, anzi. La pandemia ci ha messi di fronte all’evidenza dell’impossibilità di scindere il bene individuale da quello collettivo e ci ha mostrato che le comunità più coese, e quindi anche le aziende in cui esistono valori autentici condivisi dalle persone, hanno reagito meglio alla crisi. Continua a leggere