#1000GIORNIZEROFAME

#1000GIORNIZEROFAME

New Line Ricerche di Mercato sostiene da più di cinque anni l’associazione NutriAid, un network internazionale di organizzazioni medico-umanitarie indipendenti impegnate nella lotta contro la malnutrizione infantile. Anche quest’anno è al suo fianco nella campagna #1000GIORNIZEROFAME, un’iniziativa solidale che ha l’obiettivo di ridurre il tasso di incidenza della malnutrizione infantile e delle donne durante la gravidanza e l’allattamento e salvare la vita a 60.000 bambini e 30.000 mamme. I fondi raccolti saranno distribuiti sui progetti in Burkina Faso, Chad, Kenya, Madagascar e Senegal. Testimonial della campagna l’attrice Cristina Chiabotto, che è anche la madrina dell’associazione.

Perché 1000 giorni?

Il futuro di un bambino può essere determinato ben prima del compimento del suo quinto anno di vita. Il devastante impatto della malnutrizione coinvolge più generazioni: quella della madre, perché una donna malnutrita avrà una gravidanza difficile e non avrà latte a sufficienza per nutrire il suo bambino e quella del figlio. La malnutrizione durante la gravidanza, che influenza la crescita fetale, può comportare uno scorretto sviluppo del feto, oltre a favorire l’insorgere di patologie che il bambino, se sopravviverà, si trascinerà nella sua vita da adulto.

La Campagna #1000GiorniZeroFame rientra in un più ampio sforzo a livello mondiale per ridurre il tasso di incidenza della malnutrizione infantile e delle donne durante la gravidanza e l’allattamento. Nel mondo, ogni anno, muoiono più di 3 milioni di bambini sotto i 5 anni a causa della fame e il secondo Obiettivo di Sviluppo Sostenibile, “Fame Zero”, fissato dalle Nazioni Unite, resta ancora molto difficile da raggiungere entro il 2030.

Dal 31 marzo al 6 aprile inviando un SMS o chiamando da rete fissa il 45585 si può fare un’azione concreta per salvare la vita di mamme e bambini malnutriti. Alla Campagna sono abbinati gli hashtag #1000GiorniZeroFame e #ZeroHungerChampion.

(Visited 1 times, 1 visits today)