Avviato a Delia (CL) il progetto di “Farmacia Sociale”

Avviato a Delia (CL) il progetto di “Farmacia Sociale”

Dopo l’accordo siglato nel dicembre 2016 tra il Comune di Delia (Caltanissetta) e la sede provinciale di Federfarma, ha preso il via da pochi giorni nella cittadina nissena il progetto “Farmacia Sociale”, volto ad alleggerire le famiglie più bisognose dall’acquisto dei farmaci e ridurre la povertà sanitaria. L’iniziativa era già stata attivata nei mesi precedenti nel capoluogo, poi a San Cataldo e a Gela . «”Farmacia sociale” rappresenta un gesto di grande solidarietà che, di fatto, allarga la rete sociale di aiuto alle fasce più deboli della popolazione e conferma il Comune di Delia all’avanguardia in materia di solidarietà sociale» ha affermato il Sindaco Gianfilippo Bancheri. «Con questo progetto vogliamo ricordare che molti italiani non riescono a curarsi come dovrebbero e che tante famiglie sono spesso “costrette” dalla crisi economica e dai continui tagli alla sanità a rinunciare alle cure necessarie. Basta leggere i dati dell’ultimo rapporto sulla “povertà sanitaria” realizzato dal Banco Farmaceutico in collaborazione con l’Osservatorio Donazione Farmaci, per capire quanto sia diventata drammatica la situazione nel nostro paese. Noi crediamo e lottiamo, invece, perché la salute vada sempre tutelata, per tutti»


Il farmacista, bene della comunità e protagonista della sanità

«Dall’ultimo rapporto sulla “povertà sanitaria” » spiega Mariella Ippolito, Presidente di Federfarma di Caltanissetta «emerge che vi sono in Italia oltre quattro milioni e mezzo di poveri, cinquecentomila in più rispetto all’anno precedente, molti dei quali non possono spendere neanche un euro per il ticket, sono privi del medico di base perché fuori da ogni contesto sociale, o sono anziani, lavoratori disoccupati, mamme sole e migranti che hanno perso tutto». Per questo motivo, Ippolito ha indicato nel progetto sperimentale «un mezzo per rilanciare il ruolo del farmacista considerato un bene della comunità e del paziente visto come protagonista della sanità».


I criteri organizzativi dell’iniziativa

Lo scopo dell’iniziativa, precisa il Presidente di Federfarma Caltanissetta, è quello di «aiutare le famiglie con un reddito Isee inferiore a cinquemila euro che hanno la necessità di acquistare medicine per i bambini da zero a quattordici anni». In pratica, grazie al protocollo d’intesa siglato dalle parti, le famiglie che rispondono a tale requisito potranno acquistare i farmaci di fascia C con una riduzione del 70%, con il 10% a carico della farmacia e il 60% coperto dal fondo comunale. Rilevante segnalare come un risultato così significativo sia stato conseguito in una piccola realtà attraverso uno sforzo sinergico di vari attori, meritevoli di menzione. Più precisamente, ha spiegato Mariella Ippolito, «l’iniziativa, è nata grazie a un protocollo d’intesa tra il Comune di Delia e Federfarma di Caltanissetta la cui realizzazione si è concretizzata grazie all’impegno dell’amministrazione comunale, nella figura del Sindaco Gianfilippo Bancheri e dell’assessore ai Servizi Sociali Maria Concetta Giuliana. Grazie anche all’adesione di Maria Concetta Bufalino e Calogero Pittari, titolari delle due farmacie locali, e alla collaborazione del pediatra Antonio Carvello che ha dato la sua piena disponibilità. In questo modo in un periodo di “povertà sanitaria” i cittadini di Delia avranno un accesso facilitato alle cure e una maggiore tutela del loro diritto alla salute. Tutti abbiamo bisogno di tutti».

(Visited 15 times, 1 visits today)