Cosmesi in farmacia: un potenziale ancora inespresso

Cosmesi in farmacia: un potenziale ancora inespresso

Cosmetica Italia ha proposto a Cosmofarma la ricerca condotta da Focus Management – azienda di consulenza che lavora a supporto delle esigenze strategiche, di marketing, organizzative e commerciali delle imprese – sul cambiamento del consumatore in farmacia nella categoria dermocosmesi evidenziando le potenzialità del comparto anche alla luce dei dati tratti dallo scenario complessivo del mercato, fornito da New Line Ricerche di Mercato. A presentare la Prof. Erika Mallarini.


Customer journey

Nel settore la chiamiamo dermocosmesi, ma il 69% dei clienti della farmacia non sanno cosa voglia dire il termine dermocosmesi. Se nel mondo della cosmesi retailer e produttori devono confrontarsi con un customer journey che cambia, nel mondo della dermocosmesi la sfida è più complessa: cambia l’esperienza di acquisto di un soggetto con il quale sembrerebbe non esserci tanta conoscenza reciproca, visto che questi non riconosce nemmeno il settore e aziende e farmacie perseverano in strategie di posizionamento che non sembrano cogliere attese e comportamenti del consumatore.

Gli italiani che prediligono il canale farmacia sono solo il 6,8%, contro il 31,6% che sceglie abitualmente il supermercato, il 22,2% che sceglie la profumeria e il 20,7% che sceglie il punto vendita specializzato. I clienti del cosmetico in farmacia sono addirittura meno di coloro che acquistano i prodotti di bellezza online, che rappresentano il 7,2% della popolazione (4,7 milioni di individui).

Eppure il 60% dei consumatori ritiene l’acquisto di cosmetici tra le cose più importanti che quest’anno ha fatto o comprato per sentirsi bene e migliorare le proprie condizioni di salute; e ben il 22% della popolazione che acquista prodotti cosmetici lo fa per esigenze legate alla salute della propria pelle o problemi dermatologici.

Pochi quindi i consumatori che scelgono il canale farmacia rispetto al potenziale, e per di più infedeli: infedeli alle marche (per l’anti-age ad esempio i fedeli a una marca sono solo il 29,4%), al canale (7%) e alla farmacia come specifico punto vendita (17,6%).


Scenario di mercato

L’analisi di New Line Ricerche di Mercato presentata da Elena Folpini fotografa un mercato interessante che vale oltre 2 miliardi di euro e rappresenta il 25,4% dei consumi cosmetici a valore sul totale extrafarmaco in farmacia. Dallo studio emergono dinamiche diverse nei canali che offrono opportunità per le farmacie. Il tema verrà trattato nel dettaglio prossimamente su pharmaretail.it.

(Visited 4 times, 1 visits today)