Elettrocardiogramma: ora anche con lo smartwatch

Elettrocardiogramma: ora anche con lo smartwatch

Dispositivi in grado di effettuare la registrazione del tracciato cardiaco erano già disponibili sul mercato, come WeCardio, o Quiver, ma la nuova applicazione lanciata da Apple per il suo nuovo Apple Watch 4 fa molto di più. I precedenti sistemi, infatti, prevedevano l’utilizzo di un dispositivo medico che rilevava il battito, per poi rielaborare i dati ed inviarli a uno Smarthphone, mentre in questo caso la funzione di elettrocardiogramma (ECG) è presente all’interno dell’orologio. Non parliamo ancora di sostituti della telemedicina, che prevede la lettura del tracciato da parte di uno specialista, ma si tratta di nuove tecnologie che in parte possono competere: è molto probabile che molti utenti dell’Apple Watch 4 non si sposterà fino alla farmacia per effettuare un Ecg, potendolo fare “al polso”.

Come funziona la nuova app

La nuova app ECG, con una icona caratteristica e facilmente riconoscibile, il picco del battito, genera un elettrocardiogramma simile a un Ecg a singola derivazione. In uno studio medico, in genere, viene tracciato un elettrocardiogramma standard a dodici derivazioni. L’app Ecg su Apple Watch misura un tracciato simile a uno solo di questi dodici tracciati. Un Ecg a singola derivazione è in grado di fornire informazioni sul battito e sul ritmo cardiaco e consente la classificazione della fibrillazione atriale. Tuttavia, un Ecg a singola derivazione non può essere utilizzato per rilevare altri problemi, come gli attacchi cardiaci.

Il suo utilizzo è però molto semplice ed è effettivamente in grado di rilevare fibrillazioni atriali: si lancia l’applicazione Ecg su Apple Watch, che per la rilevazione dei dati si avvale di due elettrodi, uno posto sul retro, quello del cardiofrequenzimetro, e l’altro sulla corona, aperta l’app, è sufficiente appoggiare il dito della mano destra sulla corona dell’orologio sul polso sinistro. L’orologio in trenta secondi restituisce una traccia elettrocardiografica che viene poi trasmessa all’iPhone per una visualizzazione all’interno dell’app Salute. Prevista anche la possibilità di esportare in formato Pdf. Nelle istruzioni viene indicato che l’app Ecg non può rilevare un attacco cardiaco, non può rilevare la formazione di coaguli di sangue o un ictus, non può rilevare altri problemi cardiaci, tra cui ipertensione, insufficienza cardiaca congestizia, colesterolo alto o altre forme di aritmia.

Sebbene anche altri concorrenti, per esempio Google, stiano mettendo a punto tecnologie che funzionano attraverso un dispositivo da polso, a oggi sono disponibili altri sistemi, registrati come dispositivi medici, che si avvalgono di un apparecchio dedicato. Per esempio Kardia è un dispositivo medico che rileva anomalie nel battito e nella frequenza cardiaca e riscontra possibili fibrillazioni atriali, compatibile con la maggior parte dei tablet e smartphone Android e Apple. Il dispositivo analizza l’attività cardiaca e segnala: ritmo sinusale normale, bradicardia, tachicardia, possibile fibrillazione atriale.

(Visited 499 times, 2 visits today)