I farmacisti volontari nelle zone del terremoto

I farmacisti volontari nelle zone del terremoto

La Fofi continua a essere presente nelle zone interessate dal terremoto mediante le unità operative dell’Associazione nazionale farmacisti volontari e ha proceduto all’acquisto di cinque shelter da attrezzare per consentire la prosecuzione del servizio farmaceutico nelle zone devastate dal sisma. I farmacisti volontari sono presenti in questo momento a Visso, dove è operativa la Colonna di Cuneo, con il proprio camper farmacia, che sta aiutando il farmacista del paese; a Norcia è giunto il camper della Colonna di Cagliari, che è operato da due volontari del capoluogo sardo e da uno della Colonna veronese, che stanno collaborando con i due farmacisti locali, le cui farmacie sono entrambe inagibili; a Pieve Torina è presente la Colonna di Agrigento con il proprio camper e con due volontari ai quali se ne è aggiunto uno della colonna veronese. A Caldarola, infine, è intervenuta l’unità mobile della Colonna di Reggio Emilia con volontari emiliani e veronesi, che stanno allestendo uno shelter messo a disposizione dalla Protezione Civile del capoluogo emiliano.

Prosegue intanto la raccolta fondi già avviata dalla Federazione per il terremoto del 24 agosto e si può continuare a versare il proprio contributo per questi due gravi eventi tellurici sull’IBAN: IT46F0569603211000050100X52 (Banca Popolare di Sondrio, filiale n. 138 di Roma, via Cesare Pavese n. 336).

(Visited 5 times, 1 visits today)