La cabina di regia per la logistica sanitaria

La cabina di regia per la logistica sanitaria

È una vera e propria spending review indolore quella proposta dall’accordo appena sottoscritto dalla Federazione delle aziende ospedaliere (Fiaso), dall’Associazione dei farmacisti ospedalieri (Sifo) e da Assoram, l’Associazione degli operatori commerciali e logistici, con il contributo della Scuola superiore Sant’Anna di Pisa, teso a istituire una “cabina di regia” che avrà il compito di rilevare le varie esperienze di logistica maturate sul territorio, per elaborare poi un modello riproducibile di gestione dei magazzini e di distribuzione. Dal fornitore al paziente si possono semplificare e razionalizzare i processi interni di distribuzione ad Asl e Ospedali, superando passaggi e pratiche che ogni anno fanno perdere circa due miliardi di euro tra farmaci scaduti da mandare al macero e apparecchiature mediche o diagnostiche, acquistate magari senza tener conto di processi di riaccorpamento o di chiusura dei reparti. Per questo Fiaso, Sifo e Assoram hanno deciso di fare squadra per mettere ordine al variegato sistema di approvvigionamento e distribuzione di farmaci, apparecchiature bio-medicali e presidi sanitari vari. Lo studio, preliminare alla predisposizione di una proposta di maggiore efficienza del sistema, prevede, anche attraverso una serie di survey, una ricognizione sia dei modelli di logistica farmaceutica esistenti sia di quelli in fase di progettazione, oltre che la rilevazione degli indirizzi regionali ai quali Aziende sanitarie e ospedaliere sono chiamate a uniformarsi. Il tutto allo scopo di analizzarne punti di forza e di debolezza, anche riguardo alla sicurezza e al contrasto al fenomeno dei furti, oltre che alla tracciabilità di farmaci e dispositivi medici.

(Visited 5 times, 1 visits today)