Mini guida alla pubblicità dei farmaci online

Mini guida alla pubblicità dei farmaci online

Come funziona? Si definisce “pubblicità di farmaci” qualsiasi azione di comunicazione per la ricerca di clientela o per promuovere la prescrizione, la fornitura, la vendita o il consumo di particolari farmaci.

I prodotti che possono essere oggetto di promozione presso il pubblico sono gli OTC (Over the counter) ovvero i cosiddetti farmaci da banco, e i SOP, che non richiedono la prescrizione medica e possono essere acquistati direttamente dal consumatore. Questi farmaci, hanno un particolare logo di Anifa che ne consente la veicolazione diretta al pubblico. La pubblicità di questi medicinali deve avere carattere di evidenza e trasparenza, ossia “riconoscibilità come tale” (e deve essere chiaro che si tratta, comunque, di un medicinale), e veicolare alcuni elementi fondamentali: la denominazione del medicinale, quella del principio attivo, le indicazioni necessarie per un uso corretto e l’invito a leggere il foglio illustrativo.

La disciplina di legge per i siti di e-commerce

Ai sensi del d.lgs. 219/2006, per chi vende online è possibile pubblicizzare i farmaci OTC con raffigurazioni in fotografia o comunque elementi grafici dell’imballaggio esterno, o del confezionamento primario, unitamente al prezzo completo di eventuali sconti (praticabili, questi ultimi, solo nella misura in cui siano i medesimi praticati all’interno della farmacia fisica).

Le pagine web possono anche scegliere di riprodurre integralmente, e senza modifiche, le indicazioni, le controindicazioni, le opportune precauzioni d’impiego, le interazioni, le avvertenze speciali, gli effetti indesiderati descritti nel foglio illustrativo, con l’eventuale aggiunta di una fotografia o di una rappresentazione grafica dell’imballaggio esterno o del confezionamento primario del medicinale. Dall’immagine della confezione, però, non deve essere visibile alcun messaggio di pubblicità sanitaria relativa al prodotto stesso. In tal caso, infatti, il messaggio rientrerebbe nella fattispecie che necessita di autorizzazione da parte del Ministero (art. 118, d.lgs. 219/2006). Infine, se il medicinale compare in banner, frames a comparsa o sovrapposizione: questi sono classificati come canali pubblicitari autonomi, che vanno quindi valutati volta per volta come tutti gli altri messaggi pubblicitari.

Adempimenti speciali in tema di pubblicità

Per alcune categorie di prodotti farmaceutici (nutraceutici, integratori e dispositivi medici), che le farmacie online vendono regolarmente tramite i loro siti web, occorre prestare particolare attenzione alla disciplina che, in parte, differisce da quella tradizionale.

 

(Visited 90 times, 1 visits today)