Pharmaretail

Aziende

A Seminar la buona pianta, la visione di Aboca

Chiara Fauda   |  3 ottobre 2018

Milano, 28 settembre 2018 – A Piazza Affari si è svolto il primo momento del Festival che racconta il legame profondo fra noi e le piante attraverso i contributi di artisti, scrittori, musicisti e scienziati. L’evento è anche un luogo di riflessione per progettare uno sviluppo sostenibile.

È in questa cornice che il Dr. Massimo Mercati, amministratore delegato di Aboca Spa Società Agricola, ha espresso la sua visione del fare impresa tenendo sempre più in considerazione anche i fattori ambientali, sociali e di governance (esg) per valutare la sostenibilità delle performance finanziarie delle aziende.


Aboca, Società Benefit

In seguito alla diffusione delle B Corp negli USA, l’Italia dal 2016 ha introdotto una nuova forma giuridica: la “Società Benefit”.

Dopo la trasformazione in azienda benefit di AFAM, Azienda Farmaceutica Municipalizzata (Farmacie Comunali Firenze)* che fa capo ad Apoteca Natura, azienda anch’essa della sfera del Gruppo Aboca, ora è la volta di Aboca stessa che ad agosto 2018 ha modificato il proprio statuto sancendo, anche a livello legale, la sua vocazione aziendale in cui si fondono attività imprenditoriale e ricerca del Bene Comune. «L’impresa si inserisce all’interno del sistema vivente e dovrebbe condividerne le regole affinché la sostenibilità non sia più solo compensazione delle esternalità della produzione ma elemento costitutivo dell’impresa stessa. I valori che perseguiamo sono nel nostro DNA da sempre e oggi possiamo dimostrare che questo approccio è a sua volta un fattore di successo. Creare valore per la società è la prima condizione che consente a imprese come la nostra di affermarsi sul mercato» dichiara Massimo Mercati.


Il nuovo modello di impresa

Si tratta di un modello olistico, descritto da Christian Felber, professore universitario e filosofo, che a un certo punto della sua relazione abbiamo visto a testa in giù sul palco per rendere più efficace il concetto dell’inversione del senso dell’economia che utilizza il danaro e la ricchezza non come scopo ma come mezzo.

Questo modello di impresa si sta diffondendo nel mondo per creare un futuro prospero e che persegue, al pari del profitto, un’ulteriore finalità: ottenere nell’esercizio dell’attività economica un impatto positivo sulla società e sul pianeta, per contribuire a vincere le più importanti sfide del secolo.


Tutte le società possono essere benefit

Ogni società può diventare benefit e le farmacie sono realtà particolarmente affini a questo nuovo modo di concepire l’impresa ma questo richiede un profondo cambiamento che parte dal pensiero, dalla strategia e permea ogni momento della vita dell’impresa, così si semina la buona pianta.

 

 

 

 

*AFAM è la prima società a capitale misto pubblico-privato in Europa e la prima rete di farmacie al mondo a diventare Società Benefit.