Pharmaretail

Consuntivi

Il 2018 segna la contrazione del mercato della Farmacia

Viki Nellas   |  23 Gennaio 2019

Anche se il canale è in sofferenza, come del resto anche quello del Largo Consumo, si notano dinamiche che favoriscono l’emergere di opportunità grazie a un’offerta più adatta alle tasche dei consumatori di oggi, diversificata e più focalizzata sull’esigenza più generale del benessere delle persone. Vediamo più nel dettaglio il consuntivo del 2018 che si trova in forma integrale sul sito di New Line Ricerche di Mercato.


Dall’analisi di New Line Ricerche di Mercato emerge come nel 2018 il mercato della Farmacia stia registrando una contrazione rispetto al 2017, con un decremento complessivo del -1,8% a fatturato ed un calo più contenuto a volumi (-1,0%). Ciò che ha maggiormente determinato questo risultato è la dinamica negativa del Farmaco Etico, il cui peso sul fatturato complessivo della Farmacia è sempre del 60%, che ha subito una contrazione del -3,5% a valori e del -1,6% a volumi.  L’ambito Commerciale (SOP, OTC e Extra-farmaco) al contrario ha registrato una leggera crescita a fatturato (+0,6%) ed è rimasto sostanzialmente stabile a confezioni (-0,2%).



 


L’analisi dell’andamento dei singoli trimestri del 2018 mostra una costante performance negativa. Dopo un primo trimestre in leggera decrescita a fatturato (-1,7%) ma sostanziale parità a pezzi (-0,0%), si registra un peggioramento nel secondo quarter (-2,3% a valori e -1,3% a volumi). Nella seconda parte dell’anno invece i trend risalgono leggermente rimanendo però ancora negativi, in particolare nel terzo trimestre si registra un -1,8% a fatturato ed un -1,3% a pezzi, mentre nell’ultimo quarter del 2018 il fatturato perde il -1,5% mentre i volumi di vendita il -1,5%. L’analisi completa, comprensiva anche del focus sul quarto trimestre del 2018, è disponibile sul sito di New Line.





Andamento comparto Etico

Nel corso del 2018 si sono registrati trend con segno opposto per quanto riguarda il Farmaco Etico di Marca e quello Equivalente. Complessivamente l’Etico di Marca ha ottenuto risultati negativi, soprattutto a valori (-5,7%) ma anche a volumi (-2,8%); l’Equivalente, al contrario, ha registrato un’ottima crescita a fatturato (+8,1%) e una più modesta a pezzi (+1,9%). Analizzando nel dettaglio osserviamo che nell’Etico branded i farmaci di fascia A realizzano una perfomance negativa, con perdite del -6,3% a fatturato e del -2,9% a pezzi; di segno opposto risulta invece il Generico di Fascia A che cresce del +6,7% a fatturato e del +1,6% a pezzi. Il farmaco non mutuabile registra trend con lo stesso segno del mutuabile: in particolare i prodotti di marca evidenziano un calo del -3,5% a valori e del -1,9% a volumi mentre i prodotti generici della stessa categoria evidenziano ottimi tassi di crescita a fatturato (+17,8%) e buoni trend a pezzi (+4,8%).

Andamento comparto Commerciale

Nonostante complessivamente il trend della Farmacia nel 2018 sia negativo, il Commerciale chiude l’anno in leggerissima crescita a valori (+0,6%) e stabile a volumi (-0,2%). Complessivamente i farmaci dell’Automedicazione hanno guadagnato un +0,5% a fatturato ed hanno perso un -2,4% a pezzi; in particolare gli OTC sono caratterizzati dalla miglior performance segnando un +1,3% a fatturato ed un -2,0% a pezzi, mentre i SOP hanno segno negativo sia a valori (-1,6%) sia volumi (-3,3%). Il Parafarmaco è in leggerissima crescita sia a fatturato (+0,6%) sia a pezzi (+0,6%).  

 

L'Extrafarmaco

I vari comparti dell’Extra-farmaco mostrano andamenti piuttosto differenti. I migliori trend sono stati registrati ancora una volta dalla Veterinaria (+7,3% a valori e +5,7% a volumi), dagli Integratori (+4,2% a fatturato e +2,5% a pezzi) e dai Dispositivi per la protezione degli apparati (+4,0% a valori e +2,8% a volumi). La Fitoterapia si mostra sostanzialmente stabile a fatturato (+0,2%) e con un decremento a pezzi (-1,7%). I Sanitari sono rimasti invariati a fatturato rispetto al 2017 (+0,2%) ma hanno ottenuto un’ottima crescita nei volumi di vendita (+6,8%). Gli altri comparti realizzano performance negative, in particolare gli Alimenti e Dietetici mostrano un leggero calo a valori (-0,6%) ed un più consistente decremento a volumi (-3,0%); la Dermocosmesi e Igiene perde il -1,6% a fatturato ed il -2,5% a pezzi. Chiude l’Omeopatia con vistosi cali sia a valori (-10,4%) sia a volumi (-11,7%).