Il Largo Consumo Confezionato a febbraio recupera

Il Largo Consumo Confezionato a febbraio recupera

L’economia italiana continua a dare segnali positivi, nonostante il clima politico incerto. Le vendite di Prodotti Confezionati di Largo Consumo stanno gradualmente recuperando dopo il forte calo di inizio anno, ma la battuta d’arresto peserà sul bilancio del 2018. Nonostante buona parte della fluttuazione negativa (di gennaio) sia dovuta a fattori di matrice climatica ed episodi di calendario, l’appiattimento della dinamica delle vendite merita attenzione considerando il contesto di relativo rafforzamento dei prezzi nel quale il comparto è entrato a partire dall’ultimo trimestre dell’anno scorso.


Scenario macroeconomico

Nel 2017 il Pil è aumentato dell’1,5% mentre la variazione acquisita per il 2018 è pari a +0,5%. L’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività (NIC) a febbraio 2018, al lordo dei tabacchi, registra una variazione nulla su base mensile e aumenta dello 0,5% su base annua (da +0,9% di gennaio). In particolare, i prezzi dei beni alimentari, per la cura della casa e della persona diminuiscono dello 0,7% su base mensile e dello 0,6% su base annua (da +1,2% di gennaio). A gennaio cresce leggermente anche il numero degli occupati, dopo il calo di dicembre 2017, superiore dello 0,6% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente.

(Fonte: ISTAT | aggiornamento febbraio 2018)


Dati del Largo Consumo

Le vendite di Prodotti Confezionati di Largo Consumo stanno gradualmente recuperando il forte calo di inizio anno, ma la battuta d’arresto peserà sul bilancio del 2018. La tendenza dei prezzi resta in campo positivo anche se a tassi di crescita inferiori agli ultimi mesi del 2017.

Si evidenzia un ulteriore lieve calo della pressione promozionale nel progressivo di febbraio, di 0,2 punti percentuali inferiore rispetto al progressivo dell’anno precedente.

Osservando i singoli canali del mercato, si osserva una continua crescita nelle vendite a volume (a prezzi costanti) del canale Drugstore (Casa Toilette), a fronte di un calo di Ipermercati, Supermercati, Libero Servizio e Discount anche se i prezzi del canale sono in calo.

(Fonte: IRI | aggiornamento febbraio 2018)


Andamento dei reparti

Nel progressivo di febbraio tutti i comparti segnano risultati negativi sia in termini di volumi (con valore a prezzi costanti) sia di valori, anche se va considerato il peso del mese di gennaio, particolarmente negativo. A febbraio, infatti, le performance tornano in positivo dell’1,1% a valore e dello 0,5% a volume.

(Fonte: IRI | aggiornamento febbraio 2018)