Farmacie: dopo il boom, nell’ultima settimana un brusco rallentamento

Farmacie: dopo il boom, nell’ultima settimana un brusco rallentamento

Gli effetti del lockdown iniziano a farsi sentire. Le misure di contenimento dell’epidemia sempre più stringenti e l’invito a recarsi in farmacia solo per le esigenze necessarie, anche a tutela dei farmacisti, fanno calare l’afflusso.

New Line RdM, in questa fase di emergenza, continua a monitorare ogni settimana nel dettaglio i singoli mercati e pochi giorni fa ha lanciato #NLRdMfacciamolanostraparte, un approfondimento settimanale disponibile a 3 giorni dalla chiusura del periodo per aiutare le aziende a capire l’impatto dell’emergenza sui propri mercati e brand. #NLRdMfacciamolanostraparte destina il 50% del ricavato alla raccolta fondi lanciata dal Corriere della Sera, la Gazzetta e La7 per l’acquisto di attrezzature di prima necessità per l’emergenza Coronavirus. Grazie alle aziende che hanno sostenuto questa iniziativa, tra cui Aurora Biofarma, Boiron, Difa Cooper, Eg, Essity, Fidia, Giuliani, Integratori Italia, Ipsen, Naturwaren, Pierre Fabre Italia, sono già stati devoluti 25.000 euro alla raccolta.

Vediamo che cosa è successo in farmacia nella settimana che è terminata domenica 22 marzo.

Globale

Il globale farmacia registra un brusco rallentamento rispetto alla settimana precedente e si assesta su livelli molto simili a quelli della stessa settimana del 2019. La dinamica è ancora trainata principalmente dall’andamento del farmaco su prescrizione che cresce del 5% rispetto al +22,3% registrato nella precedente settimana. Le dinamiche all’interno del farmaco etico sono le stesse già evidenziate nella seconda settimana di marzo (anticipo di acquisto per la cura di patologie croniche e scorta per le categorie più legate alle sindromi influenzali) ma con magnitudine differente (tutto più contenuto), che si spiega con il fatto che molti cittadini hanno acquistato farmaci su prescrizione in maniera maggiore nelle scorse settimane.

 

 

Etico

 

Automedicazione

L’automedicazione segue la dinamica del farmaco etico, amplificandola, e registra un brusco rallentamento, arrivando a segnare addirittura un trend negativo rispetto alla stessa settimana del 2019.

 

 

Mascherine facciali

Più positive le dinamiche delle mascherine facciali e degli igienizzanti mani, non solo sempre molto in crescita rispetto alla stessa settimana del 2019 ma anche in ripresa rispetto al rallentamento registrato nelle scorse settimane.

 

Igienizzanti mani

 

 

Immunostimolanti

Sul fronte del rafforzamento del sistema immunitario ancora trend molto positivi per immunostimolanti e vitamina C, con una dinamica però diversa rispetto alla settimana precedente: il primo rallenta mentre il secondo accelera la crescita.

 

 

Vitamina C

 

 

Dermocosmetica

Il lock down si traduce anche in un crollo per la dermocosmetica: il mondo dell’acquisto non strettamente legato alla cura o prevenzione delle patologie temporanee o croniche registra un brusco rallentamento, probabilmente anche a causa della ridotta permanenza nel punto vendita.

 

 

Trattamenti viso

(Visited 3.641 times, 1 visits today)
NL singolo