I numeri dell’ultima settimana in Farmacia: il confronto con il 2019 è ancora sfavorevole

I numeri dell’ultima settimana in Farmacia: il confronto con il 2019 è ancora sfavorevole

Una settimana ancora poco entusiasmante quella appena passata (15 – 21 giugno): la domanda continua ad essere inferiore a quella del 2019 e il saldo è di circa 4,5 milioni di confezioni in meno a settimana in confronto all’anno passato. Una dinamica che si traduce in una riduzione della domanda complessiva rivolta al canale del -9,8%, dovuta sia ad una minore richiesta di farmaco su ricetta (-7,2%) che di prodotti dell’ambito commerciale (-13,6%).

Negli ultimi sette giorni, dopo il ritorno in Farmacia per il riapprovvigionamento di farmaco per le terapie croniche, si assiste a un nuovo leggero rallentamento anche su questo fronte, come dimostra il trend nuovamente negativo dei farmaci per il sistema cardiovascolare (-2,9%). Anche gli antidolorifici e i gastrointestinali, mostrano un nuovo calo dopo la ripresa delle due precedenti settimane, influenzata dalla ripresa sempre più massiccia delle attività e della circolazione di persone.

Globale

Etico

Sistema Cardiovascolare RX

Antidolorifici RX

Automedicazione

Non ci sono segnali di ripresa per l’Automedicazione, che rimane stabilmente inferiore di circa il 20% rispetto alle stesse settimane del 2019. E non partono i mercati stagionali come i Salini, ancora in fortissima perdita rispetto all’anno scorso. L’analgesia, che registra una lieve ripresa della domanda, non riesce da sola a tamponare le perdite.

Mascherine facciali

Ancora in calo rispetto alle settimane precedenti la domanda di mascherine e di gel igienizzanti. Ma parliamo di trend ancora decisamente elevati che testimoniano l’uso diffuso e quotidiano tra la popolazione.

Igienizzanti mani

Immunostimolanti

In calo rispetto alla settimana precedente anche la richiesta di Immunostimolanti e di Vitamina C. La domanda di questi prodotti, altissima durante il lockdown, si è ridotta e stabilizzata nelle ultime settimane.

Vitamina C

Dermocosmetica

Sempre molto negativi i risultati nel mercato della Dermocosmetica, anche se, a livello di domanda, assistiamo a un timido recupero. Dopo la brusca frenata delle ultime due settimane i volumi di vendita registrano negli ultimi sette giorni un calo del -23,8% rispetto al 2019: la perdita è certamente ancora molto elevata ma sembra esserci un’inversione di tendenza.

Sono però molto differenti le dinamiche delle diverse categorie di prodotti: i Trattamenti viso perdono complessivamente nella settimana il -7% ma al loro interno gli Antietà stanno registrando per la seconda settimana consecutiva risultati positivi: dopo il +5,4% già osservato la settimana scorsa negli ultimi sette giorni sono saliti al +8,2%, segnale del fatto che la fidelizzazione alle marche tipiche del canale farmacia sta riportando nel punto vendita gli acquirenti che hanno terminato le scorte. I prodotti per il corpo, sia trattamenti che idratanti, sono invece ancora in terreno molto negativo, così come i solari (la cui domanda è leggermente risalita ma resta ancora su livelli molto bassi rispetto al 2019) e il mondo dell’igiene.

Trattamenti viso

Antietà

 

 

 

(Visited 1.098 times, 1 visits today)