Sei mesi in farmacia: rivoluzione Coronavirus

Dati aggiornati al: 30 Giugno 2020

Sei mesi in farmacia: rivoluzione Coronavirus

In questi primi sei mesi del 2020 il mondo è irrimediabilmente cambiato: il Covid-19 ha impattato ambiti fondamentali, come la salute, l’educazione, il lavoro e anche la farmacia non è stata risparmiata. Il Coronavirus ha cambiato radicalmente le abitudini di acquisto degli italiani e ha pesato notevolmente su molti segmenti, anche se in maniera diversa a seconda delle differenti fasi dell’emergenza. Vediamo nel dettaglio che cosa è successo a partire dall’inizio dell’anno e come i diversi momenti della pandemia hanno determinato i risultati della farmacia. Un’analisi puntuale resa possibile dal costante monitoraggio di New Line Ricerche di Mercato.

Dopo un buon primo trimestre, influenzato in grossa parte dalle dinamiche di stockpiling, il mercato ha decisamente virato in negativo a partire dal mese di marzo, risultato in buona parte dovuto, in una fase iniziale, ai pessimi trend registrati dai prodotti dermocosmetici e, a seguire, anche a gran parte del mondo Automedicazione.

(Visited 264 times, 1 visits today)

Trend dei principali comparti

Dall’analisi di New Line Ricerche di Mercato emerge che nel primo semestre del 2020 il mercato della Farmacia ha registrato una netta decrescita rispetto allo stesso periodo del 2019, con un trend complessivo a fatturato del -3,9% e del -2,8% a volumi. Anche l’ambito Etico, il cui peso sul fatturato totale della Farmacia è di circa il 60%, è fortemente calato sia a valori (-4,6%) sia a volumi (-5,8%). L’ambito Commerciale (SOP, OTC ed Extra-farmaco) registra trend opposti: negativi a fatturato, con un forte decremento del -2,8%, e positivi a confezioni, con una crescita del +1,8%. Questa dinamica è dovuta soprattutto a quanto avvenuto nel mondo dei Sanitari, al cui interno vi sono mascherine, igienizzanti mani e guanti, la cui domanda è fortemente cresciuta per ovvie ragioni ma il cui prezzo medio è mediamente basso.

La dinamica complessivamente negativa del mercato rivela come le grosse perdite associate alla seconda fase del lockdown non siano state recuperate né durante la Fase 2 né nel primo mese di Fase 3. La domanda rivolta al canale si assesta ancora su livelli più bassi rispetto a quelli dello scorso anno e la ripresa è molto lenta e graduale.

(Visited 264 times, 1 visits today)

FONTE NEWLINE RICERCHE DI MERCATO | GENNAIO - GIUGNO 2020 VS GENNAIO - GIUGNO 2019

Trend del Farmaco Etico

Nei primi sei mesi del 2020 tutte le componenti del Farmaco Etico evidenziano trend negativi. L’Etico di Marca decresce sia a valori (-5,5%) sia a volumi (-6,3%); questo risultato è egualmente determinato dall’andamento sfavorevole del farmaco di fascia A (-4,9% a fatturato e -6,5% a confezioni) e del farmaco di fascia C (-7,3% a fatturato e -5,3% a confezioni).

L’ambito del Farmaco Equivalente ha chiuso con trend decisamente meno negativi, registrando complessivamente una decrescita a valori del -0,9% e a volumi del -4,3%; in particolare il Farmaco di Fascia A, che pesa circa l’85% del Farmaco Equivalente, è calato del -0,4% a valori e del -4,6% a volumi mentre il Farmaco di Fascia C è diminuito del -4,0% a valori e del -1,7% a volumi.

(Visited 264 times, 1 visits today)

FONTE NEWLINE RICERCHE DI MERCATO | GENNAIO - GIUGNO 2020 VS GENNAIO - GIUGNO 2019

Trend del Comparto Commerciale

I risultati del Commerciale sono contrastanti: infatti, nel periodo gennaio-giugno del 2020, mostra trend negativi a fatturato (-2,8%) ma positivi a confezioni (+1,8%). Il Parafarmaco, componente principale del Commerciale, è in decrescita a valori (-1,9%) ma in crescita a volumi (+5,2%). I SOP/OTC invece hanno registrato complessivamente trend negativi sia a fatturato (-5,9%) sia a confezioni (-7,6%). Analizzando entrambe le componenti, notiamo come sia i SOP (-7,9% a valori, -9,0%) sia gli OTC (-5,2% a valori, -7,0%) abbiano realizzato pessimi risultati.

(Visited 264 times, 1 visits today)

FONTE NEWLINE RICERCHE DI MERCATO | GENNAIO - GIUGNO 2020 VS GENNAIO - GIUGNO 2019

Trend del Parafarmaco

Nel mercato dell’Extra-Farmaco notiamo un andamento meno uniforme all’interno delle varie categorie determinato principalmente dai mutati comportamenti d’acquisto durante l’emergenza. In particolare, i mercati con la miglior performance risultano essere la Veterinaria (+8,9% a valori, +3,1% a volumi) e i Sanitari (+7,7% a valori, +28,4% a volumi). Questi due mercati hanno risentito positivamente dell’emergenza COVID, anche se per motivi differenti.  La domanda di prodotti veterinari, durante la stagione primaverile, si è parzialmente spostata verso il canale farmacia, sicuramente più accessibile della grande distribuzione nel periodo di lockdown e di Fase 2. All’interno dei Sanitari troviamo tutti i presidi utilizzati per l’igiene e la tutela personale, che sono ormai diventati strumenti di uso comune, sia per indicazioni di legge sia per un mutato comportamento personale. In terza posizione troviamo gli Alimenti e Dietetici che registrano un +1,1% a fatturato ed un -1,4% a confezioni. L’Automedicazione chiude il primo semestre in forte calo sia a valori (-4,6%) sia a volumi (-6,3%), seguita a sua volta dalla Dermocosmesi e Igiene che registra consistenti perdite sia a fatturato (-9,4%) sia a confezioni (-8,6%). Chiude la classifica l’Omeopatia con pesanti perdite sia a fatturato (-10,7%) sia a confezioni (-11,9%).

(Visited 264 times, 1 visits today)

FONTE NEWLINE RICERCHE DI MERCATO | GENNAIO - GIUGNO 2020 VS GENNAIO - GIUGNO 2019

NL singolo