Novembre in farmacia: a trainare è ancora l’Extrafarmaco

Dati aggiornati al: 16 Dicembre 2020

Novembre in farmacia: a trainare è ancora l’Extrafarmaco

L’appuntamento con il Barometro di novembre, elaborato in base ai dati New Line RDM, fotografa un mese che si chiude con lievi ma costanti segnali positivi.

La crescita è pari a +0,8% a fatturato e +1,0% a confezioni, in linea con i numeri di ottobre. Dietro questo risultato si nascondono, però, dinamiche differenti.

Il mese di novembre è stato fortemente influenzato dalla seconda ondata della pandemia, che ha comportato la messa in atto di misure restrittive di diverso genere, con molteplici conseguenze sulla domanda rivolta al canale. Da una parte, è aumentata l’attenzione per la prevenzione e la cura e la ridotta richiesta di prodotti appartenenti all’area più commerciale e non direttamente legati alla sfera della salute. Dall’altra, si è verificata una minore diffusione delle normali patologie tipiche del periodo tardo autunnale e di conseguenza una minore richiesta di farmaci per la loro cura, a causa della ridotta interazione sociale. Inoltre, come ormai noto da tempo, è proseguita la grande richiesta di presidi per la protezione individuale che reso il mondo dei Sanitari uno dei mercati trainanti del canale, perlomeno a confezioni.

(Visited 226 times, 1 visits today)

ANALISI DEGLI INGRESSI

Anche gli ingressi in farmacia risentono del periodo storico in cui ci troviamo: si registra infatti a parità di condizioni di calendario e quindi di giorni lavorativi, un calo degli ingressi (-4,7%) rispetto a novembre 2019, dato che torna a peggiorare la situazione sul fronte del traffico in farmacia, che tra settembre e ottobre era leggermente migliorata. Di pari passo, osserviamo anche una diminuzione degli ingressi se consideriamo la singola giornata lavorativa (-5,4%).

Va meglio se scendiamo nel dettaglio del singolo scontrino; vediamo infatti che la performance media per singolo ingresso è cresciuta sia in termini di fatturato sia di confezioni (+8,5%), confermando ancora una volta un accesso al punto vendita associato ad acquisti più elevati e probabilmente programmati.

 

(Visited 226 times, 1 visits today)

FONTE NEWLINE RICERCHE DI MERCATO | Universo delle farmacie italiane | NOVEMBRE 2020

L’ANDAMENTO DEL FARMACO

Se analizziamo nel dettaglio i singoli mercati vediamo che, nel mese di novembre, il farmaco su ricetta continua a registrare segnali negativi.

All’interno delle singole componenti del mercato del Farmaco Etico assistiamo a dinamiche abbastanza simili: infatti, la parte di Marca segna un -2,6% a valori e un -2,8% a volumi mentre la parte Equivalente è tendenzialmente stabile a valori mentre registra un -2,4% a volumi.

Anche l’area del farmaco senza obbligo di prescrizione registra dinamiche analoghe tra le sue componenti, si nota un decremento per i SOP sia a valori sia a volumi (per entrambi gli indicatori -6,7%), ed anche gli OTC perdono sia a valori (-8,9%) sia a volumi (-12,2%). Questi risultati sono fortemente influenzati dalla minore richiesta di farmaci per la cura delle patologie tipiche dell’inizio del periodo freddo.

L’Extrafarmaco è il comparto che registra i migliori trend dell’ultimo mese, con un +8,5% a fatturato e +13,1% a confezioni.

(Visited 226 times, 1 visits today)

FONTE NEWLINE RICERCHE DI MERCATO | Universo delle farmacie italiane | NOV-20 VS NOV-19 | dati a valore

L’ANDAMENTO DEL COMMERCIALE

Anche a novembre il Commerciale, nel suo complesso, chiude in crescita, registrando infatti trend in aumento sia a fatturato (+4,8%) sia a confezioni (+6,8%). Questo risultato, come ormai noto, è largamente influenzato dall’elevatissima domanda di presidi per la protezione individuale: al netto della componente dei Sanitari, infatti, il trend del Commerciale diventa -0,5% a fatturato e -4,5% a confezioni, a riprova di come la situazione del canale Farmacia su questo fronte sia ancora molto delicata.

Stabile, in termini di fatturato, il comparto dell’Automedicazione anche se associato a un trend negativo in termini di confezioni (-4,1%). La domanda di una larga parte di questi prodotti non è partita a causa della minore diffusione delle patologie da raffreddamento, che in questo periodo iniziano solitamente a manifestarsi, complice anche la presenza prolungata di tante persone in luoghi chiusi. Il maggiore distanziamento sociale ha infatti portato con sé, come già osservato al termine della stagione influenzale dell’inverno scorso, una minore presenza di queste normali patologie tardo autunnali.

Ancora una volta la Dermocosmetica “soffre”, infatti a novembre i risultati che si registrano sono negativi sia a fatturato (-6,9%) sia a confezioni (-9,1%), confermando il trend dei mesi scorsi. Segnale particolarmente negativo data la presenza, nel mese di novembre, del Black Friday: anche questo evento, che ha portato a un incremento delle vendite, non è comunque riuscito a ridurre il gap negativo rispetto al 2019 evidenziando la criticità presente in questo mercato.

Il comparto più trainante si conferma ancora una volta quello dei Sanitari: i dispositivi di protezione individuale (mascherine e igienizzanti mani) convalidano i trend positivi visti nei mesi scorsi, registrando un +31,9% a fatturato ed un +45,5% a confezioni.

Chiude il mese nuovamente in crescita anche la Veterinaria che continua a registrare andamenti positivi sia in termini di fatturato sia in termini di confezioni (rispettivamente +17,1% e +12,9%). Il mercato degli Alimenti e Dietetici registra dinamiche opposte, infatti si osserva un trend in crescita a fatturato (+3,0%) mentre un trend in calo a confezioni (-4,2%).

E arriviamo infine al mercato dell’Omeopatia che registra dinamiche negative sia in termini di fatturato (-0,6%) sia di confezioni (-2,1%).

(Visited 226 times, 1 visits today)

FONTE NEWLINE RICERCHE DI MERCATO | Universo delle farmacie italiane | NOV-20 VS NOV-19 | dati a valore

LA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti per non perderti gli ultimi dati del mercato della farmacia

NL