Farmacia, ultimi 7 giorni: il confronto con il 2020 è negativo, pesa l’effetto stockpiling di inizio pandemia

Dati aggiornati al: 7 Marzo 2021

Farmacia, ultimi 7 giorni: il confronto con il 2020 è negativo, pesa l’effetto stockpiling di inizio pandemia

Il nuovo report settimanale di New Line Ricerche di Mercato fa luce sull’andamento della farmacia in questo inizio marzo 2021. Stiamo già facendo i conti con il periodo di stockpiling che aveva caratterizzato l’inizio della pandemia nel 2020. L’anno scorso, infatti, in queste stesse settimane stavamo assistendo alla crescita elevata nelle vendite di tanti farmaci, sia Rx che di automedicazione, generate dalla prima reazione all’arrivo del Covid in Italia. Questo, ovviamente, penalizza molto i trend che in queste settimane stiamo osservando e osserveremo. Nonostante, infatti, nei primi sette giorni di marzo si registri un incremento nei livelli di vendita rispetto all’ultima settimana di febbraio 2021 sia nel Farmaco su Ricetta che in ambito Commerciale, la dinamica rispetto alla stessa settimana del 2020 è negativa: -4,8% per l’Etico e -14,8% per il Commerciale, che raggiunge il -17,4% se depurato dalla componente dei Sanitari.

Il Farmaco su Prescrizione continua a mostrare perdite rilevanti nelle categorie legate all’influenza, anche se con trend molto meno negativi rispetto alle precedenti settimane a causa di un aumento dei volumi di vendita (-19,2% sul Sistema Respiratorio e -17,8% degli Antipiretici), eccezion fatta per gli Antibiotici, quasi fuori stagione e con trend ancora intorno al -30% a volumi.  I Farmaci per il Sistema Cardiovascolare, che ben rappresenta l’uso cronico, stanno ancora seguendo la stessa dinamica del 2020, assestandosi però su livelli di vendita un po’ più bassi rispetto alla stessa settimana del 2020 (-3,5%), che era stata quella precedente al forte stockpiling registrato anche in questa categoria di prodotti.

Da notare come nell’ultima settimana sia partito, un po’ in anticipo rispetto allo scorso anno, il consumo di antistaminici, la cui vendita registra quindi trend molto positivi rispetto al 2020. Vedremo se la maggiore libertà di movimento di queste settimane rispetto al lockdown totale dello scorso anno porterà ad una maggiore diffusione delle sindromi allergiche.

(Visited 1.453 times, 1 visits today)

GLOBALE

FARMACO RX

SISTEMA RESPIRATORIO

SISTEMA CARDIOVASCOLARE

ANTISTAMINICI RX

AUTOMEDICAZIONE

Il mercato dell’Automedicazione ha visto nell’ultima settimana un leggero aumento delle vendite in confronto agli ultimi giorni di febbraio ma il trend rispetto al 2020 continua ad essere molto negativo, soprattutto a causa del confronto con il periodo di forte stockpiling del 2020.

Tutto il mondo degli antipiretici, prodotti per la tosse, decongestionanti nasali, analgesici registra perdite elevatissime, sia per l’assenza delle patologie influenzali che per il raffronto con le particolarità del 2020.

Interessante osservare come, sebbene la domanda di immunostimolanti sia in linea con quella delle ultime settimane e sia posizionata su livelli assolutamente più alti di quelli osservati mediamente negli anni passati, i trend delle ultime due settimane siano fortemente negativi a causa dello shock positivo alla domanda avvenuto nel 2020 all’inizio della pandemia. Stessa dinamica anche per i multivitaminici e multiminerali, che registrano trend negativi nonostante la domanda sia addirittura cresciuta nelle ultime settimane.

Sempre ben al di sopra dei livelli storici, invece, la richiesta di prodotti di Automedicazione per l’Insonnia e Benessere Mentale, in crescita del +19,8% rispetto al 2020. A marzo del 2020 ancora non si intravedeva quella che sarebbe stata la lunga fase di incertezza e instabilità a cui saremmo stati sottoposti e la conseguente nuova necessità di questa tipologia di prodotti per una larga fetta della popolazione.

(Visited 1.453 times, 1 visits today)

IMMUNOSTIMOLANTI

 

 

(Visited 1.453 times, 1 visits today)

MULTIVITAMINICI E MULTIMINERALI

INSONNIA E BENESSERE MENTALE

DERMOCOSMETICA

Nell’ultima settimana la richiesta di prodotti nel mercato della Dermocosmetica e Igiene è aumentata rispetto ai sette giorni precedenti del +7,6%. Sebbene il trend sia ancora molto negativo (-8,5% vs 2020) le vendite sembrano aver registrato, nelle ultime settimane, una leggerissima ripresa. Sarà interessante osservare come si evolverà la domanda nelle prossime settimane in cui ci troveremo, nuovamente, ad affrontare forti limitazioni per far fronte alla nuova ondata della pandemia.

La richiesta di prodotti per il Trattamenti Viso è cresciuta rispetto ai sette giorni precedenti e si sta avvicinando ai livelli del 2020 (-3,2% a volumi nell’ultima settimana), soprattutto grazie al contributo della domanda di prodotti Antietà che nelle ultime settimane sta crescendo in maniera importante, arrivando a segnare un +11% rispetto al 2020 negli ultimi sette giorni. In forte calo, invece, gli Idratanti e Protettivi Labiali (-30%).

Nel mondo dei Trattamenti Corpo si registra una dinamica simile a quanto appena descritto per il viso: ripresa rispetto alla fine di febbraio e trend non particolarmente negativi in confronto alla stessa settimana del 2020 (-2,6% a volumi), dove sono soprattutto i prodotti Idratanti e per Pelli Sensibili ad essere maggiormente in linea con le vendite del 2020.

Continua la crescita dei prodotti contro l’Acne i cui volumi di vendita si posizionano ad un livello superiore rispetto al 2020 (+34,9% a volumi), mentre persistono le perdite nel Maquillage, negli Antipediculosi e nelle categorie dell’Igiene Corpo, Bocca e Intima.

(Visited 1.453 times, 1 visits today)

TRATTAMENTI VISO

ANTIETA'

TRATTAMENTI CORPO

LA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti per non perderti gli ultimi dati del mercato della farmacia

NL