Ultima settimana in farmacia? Sempre critica la situazione per il mondo del “senza ricetta”

Dati aggiornati al: 24 Gennaio 2021

Ultima settimana in farmacia? Sempre critica la situazione per il mondo del “senza ricetta”

Nessuna particolare novità nelle dinamiche registrate nella terza settimana di gennaio nel mercato Farmacia. È quello che emerge dal focus settimanale sempre aggiornato di New Line Ricerche di Mercato. La domanda è complessivamente calata rispetto ai sette giorni precedenti, così come avvenuto nello stesso mese del 2020, ma i volumi di vendita si posizionano sempre su livelli nettamente più bassi rispetto all’anno passato, portando ad un trend complessivo della settimana pari al -8,4%. Farmaco su ricetta e Commerciale contribuiscono entrambi a questo risultato: il totale Rx perde infatti il -4,7% a confezioni e il Commerciale il -13,7%, pari al -21,1% quando si va ad escludere la componente dei Sanitari. Sempre critica, quindi, la situazione nella gran parte del mondo del senza ricetta.

Focalizzandosi sul mondo del farmaco etico, anche negli ultimi sette giorni si continuano a osservare risultati positivi nell’ambito dei farmaci per il sistema cardiovascolare, che ben rappresentano il mondo del farmaco per uso cronico: le confezioni vendute sono infatti maggiori del 2,8% rispetto a quanto osservato nella stessa settimana di gennaio 2020.

Sempre perdite molto rilevanti sul fronte dei farmaci Rx il cui utilizzo è legato alle patologie influenzali, quasi assenti nell’attuale stagione invernale. Il differenziale nell’incidenza delle sindromi simil-influenzali riportato da Influnet continua a crescere: 1,5 casi per 1.000 assistiti contro gli 8,5 dell’anno scorso. Queste sono le settimane dell’anno in cui generalmente di registra il picco influenzale, la cui assenza spiega il -33,2% dell’ambito del sistema respiratorio, all’interno del quale gli antipiretici perdono il -29% a confezioni, e il calo del -41,8% degli antibiotici.

Si registra invece una differente dinamica nella domanda dei farmaci per l’apparato gastrointestinale, le cui vendite si assestano su livelli più in linea con quelli dell’anno passato (-1,5% a confezioni), trainate principalmente dai farmaci antiacidi e antireflusso.

 

(Visited 1.218 times, 5 visits today)

GLOBALE

FARMACO RX

SISTEMA CARDIOVASCOLARE

SISTEMA RESPIRATORIO

SISTEMA GASTROINTESTINALE

AUTOMEDICAZIONE

Dinamica ormai consolidata, a causa della straordinaria situazione del nostro Paese, nel mercato dell’Automedicazione. La richiesta di questi prodotti continua ad essere molto inferiore rispetto a quella dell’anno passato, con un trend dell’ultima settimana del -25,8%, che porta il progressivo da settembre a registrare un -10% rispetto alla stagione passata.

Poche novità sul fronte delle dinamiche interne a questo mercato: grosse perdite per antipiretici, prodotti per la tosse, decongestionanti e probiotici, a fronte di crescite molto elevate nella domanda di prodotti per il rafforzamento del sistema immunitario quali vitamine e immunostimolanti. Frena, invece, sia la domanda di Sali Minerali che di Multivitaminici e Multiminerali. La richiesta di questi prodotti, a gennaio del 2020, vedeva una crescita in questo periodo, in parte legata alla necessità di trattamenti ricostituenti post influenza. Questo bisogno, quest’anno, ovviamente viene meno.

Altra costante di questo mercato è la grande richiesta di prodotti di automedicazione per il riposo notturno e di calmanti, che nell’ultima settimana vedono volumi di vendita inferiori ai sette giorni precedenti, ma un trend rispetto al 2020 sempre molto elevato (+28%).

(Visited 1.218 times, 5 visits today)

IMMUNOSTIMOLANTI

 

 

(Visited 1.218 times, 5 visits today)

PRODOTTI PER LA TOSSE

INSONNIA E BENESSERE MENTALE

DERMOCOSMETICA

Nelle precedenti settimane il mercato Dermocosmesi aveva mostrato un leggero recupero che si stabilizza nell’ultima settimana, in cui il trend rispetto al 2020 a confezioni è pari ad un -8,7% a fronte del -8,1% dei sette giorni precedenti. Il cumulato da settembre rimane comunque negativo ed intorno al -9%.

Sempre inferiore al 2020 la richiesta di prodotti per il Trattamenti viso (-12,5% nell’ultima settimana), soprattutto per quanto riguarda gli Idratanti e i Protettivi labiali che, dopo il graduale incremento di vendite delle scorse settimane, hanno visto una nuova frenata che ha riportato il differenziale rispetto all’anno passato intorno al -20%. La componente dei prodotti dermocosmetici per l’antietà è sempre più allineata rispetto alle performance dell’anno scorso, tanto che il cumulato da settembre segna un +1%. Nell’ultima settimana, comunque, il trend registrato è del -4,1%.

Recupero più marcato, invece, per i Trattamenti Corpo, che nelle ultime due settimane hanno registrato interessanti trend positivi (+2,1% e +4,3% rispettivamente). Da sottolineare, però, che le due principali componenti del mercato, Idratanti e Pelli Sensibili e Anticellulite e Altri Trattamenti, continuano ad essere in zona negativa (seppure con risultati molto migliori rispetto a quelli dei mesi passati).  Segni positivi, invece, si sono registrati tra le categorie dal minore peso in termini di giro d’affari, quali trattamenti speciali per inestetismi cutanei, antismagliature ed esfolianti corpo.

(Visited 1.218 times, 5 visits today)

TRATTAMENTI VISO

TRATTAMENTI CORPO