Italia divisa in zone, le vendite in farmacia aumentano nell’ultima settimana, picco per gli antinfiammatori

Dati aggiornati al: 8 Novembre 2020

Italia divisa in zone, le vendite in farmacia aumentano nell’ultima settimana, picco per gli antinfiammatori

I contagi crescono e la situazione si fa sempre più critica in alcune zone d’Italia, tanto che i medici invocano un lockdown generalizzato. In questo contesto nuovamente molto difficile, la farmacia si conferma un importante punto di riferimento per la popolazione.

Il report settimanale di New Line Ricerche di Mercato attesta la graduale ripresa della domanda rivolta alla farmacia: si osserva infatti un incremento dei volumi di vendita complessivi nella settimana che termina l’8/11 rispetto ai sette giorni precedenti pari a circa il +4%. Ma i trend sono negativi, perchè negli stessi giorni del 2019 si registrava un picco di vendite che compensava le mancate vendite della settimana precedente, in cui il primo novembre era un giorno feriale.

Dinamiche abbastanza simili sia in ambito RX che in ambito Commerciale: in entrambi i comparti le confezioni vendute continuano a crescere (anche se in maniera più marcata nel caso del farmaco su prescrizione) e il trend rispetto al 2019 è pari al -5,6% nel primo caso e al -4,8% nel secondo, una volta esclusa la componente dei Sanitari (considerando anche questo mercato il trend diventa del +2,1%, grazie alla continua e importante richiesta di dispositivi di protezione personali).

All’interno del farmaco RX cresce molto la domanda di farmaci per il sistema respiratorio, in particolare sono addirittura positivi, nonostante il confronto con il picco del 2019, gli antipiretici che vengono sempre di più prescritti dal medico piuttosto che acquistati direttamente in farmacia su consiglio del farmacista o per iniziativa personale. Si osserva infatti un incremento complessivo della richiesta di antipiretici, in cui però la componente di farmaco su ricetta cresce a fronte di una decrescita di quella di automedicazione. Domanda in aumento anche nel mondo del cardiovascolare, seppur con trend settimanali negativi; in leggero recupero anche le vendite di antibiotici e di farmaci per l’apparato gastrointestinale.

(Visited 942 times, 1 visits today)

GLOBALE

FARMACO RX

SISTEMA CARDIOVASCOLARE ETICO

AUTOMEDICAZIONE

La richiesta di prodotti di Automedicazione è leggermente superiore a quella della settimana precedente anche se il trend è negativo rispetto al 2019. La categoria continua però ancora a risentire negativamente del periodo, come dimostra la perdita del -2,1% a confezioni nel cumulato da inizio settembre ad oggi. Il motivo? In gran parte dovuto al fatto che la domanda di molte categorie di prodotti legati alle sindromi influenzali e da raffreddamento (cura della tosse, antipiretici, decongestionanti nasali), che in questo periodo dovrebbero sostenere il mercato, è in riduzione, in parte a favore dell’equivalente farmaco su prescrizione.

Continua invece ad essere molto elevata la richiesta di prodotti per il rafforzamento del sistema immunitario quali vitamine e immunostimolanti, così come la richiesta di Multivitaminici e Multiminerali, che hanno raggiunto nell’ultima settimana una crescita del +24,8% e nel progressivo da inizio settembre stanno aumentando di quasi 12 punti percentuali.

È interessante osservare che nelle ultime settimane sta crescendo nuovamente la richiesta di prodotti per il riposo notturno e calmanti, probabilmente come conseguenza del nuovo inasprimento della situazione sanitaria e del clima di incertezza. Una tendenza che avevamo già osservato durante il primo lockdown.

(Visited 942 times, 1 visits today)

VITAMINE

IMMUNOSTIMOLANTI

DERMOCOSMETICA

Brutte notizie ancora per il mondo della dermocosmesi: la richiesta di prodotti dermocosmetici continua a ridursi. Nell’ultima settimana si registra infatti un -13,9% e anche un calo delle confezioni vendute rispetto ai sette giorni precedenti. Una dinamica ancora più evidente se ci concentriamo sul mercato dei Trattamenti viso, dove cala la richiesta in coincidenza all’inizio di un periodo in cui solitamente le vendite aumentano, grazie all’abbassamento delle temperature e all’avvicinarsi delle festività natalizie. A perdere sono soprattutto gli Idratanti e Protettivi Labiali, mentre i prodotti Antietà registrano un decremento molto più contenuto.

Maggiore stabilità nelle vendite delle ultime settimane, invece, nei Trattamenti Corpo, sia nella componente degli Anticellulite e gli altri Trattamenti per il Corpo che in quella degli Idratanti e prodotti per Pelli Sensibili. Il cumulato da inizio settembre mostra infatti un risultato solo in leggera perdita rispetto al 2019, con gli Anticellulite che segnano le maggiori perdite.

 

(Visited 942 times, 1 visits today)

TRATTAMENTI VISO