Coronavirus: le app per orientarci nell’emergenza e contrastare il contagio

Coronavirus: le app per orientarci nell’emergenza e contrastare il contagio

Nella difficile fase che stiamo vivendo, oltre al rispetto delle norme di comportamento che tutti ormai conosciamo, alla sperimentazione di farmaci e lo studio del possibile vaccino contro il Coronavirus, viene spesso invocato l’aiuto della tecnologia. In particolare, per cercare di circoscrivere il contagio e tracciare gli spostamenti. Un tema che solleva questioni importanti relative alla relazione tutela della salute-privacy dei cittadini con implicazioni molto complesse.

Dopo settimane che in tutto il mondo si sta lavorando a soluzioni di contact tracing, Apple e Google hanno annunciato una collaborazione per abilitare i loro sistemi operativi iOS e Android al tracciamento automatico dei contatti finalizzato a contenere la pandemia ma in grado di tutelare la privacy.

Nell’attesa di un sistema di sorveglianza sanitaria unitario, in Farmacisti Digitali vorrei darvi una carrellata delle app scaricabili gratuitamente dai cittadini, utili per la gestione dell’emergenza.

Covid 19 è un’applicazione internazionale che può aiutarci a capire in tempo reale il quadro mondiale della diffusione del Coronavirus e ottenere informazioni di base sulla malattia, come prevenirla e come difendersi. Interessante ed unico finora l’aspetto che permette di verificare i sintomi e la loro percentuale di diffusione in chi ha contratto la malattia. All’interno dellì’app è disponibile una raccolta di notizie aggiornate in tempo reale sulla patologia e la possibilità di generare una mappa con la diffusione mondiale della pandemia. Covid 19 è disponibile gratuitamente da Apple Store.

Un’altra applicazione internazionale molto completa ora è COVID-19 Tracker realizzata dal HealthLynked. Consente all’utente non solo di visualizzare in tempo reale il diffondersi ma anche di auto-riportare i sintomi nel caso di positività al COVID-19. In questo modo, l’app riuscirà a raccogliere e rendere disponibili un numero maggiore di dati e informazioni sulla diffusione del virus. In esclusiva su questa app è presente anche una sezione chat per parlare in tempo reale con altri utenti.

Le informazioni su contagi, deceduti e guariti sono fornite dal database dell’OMS e suddivise per Paese. Gli utenti vengono poi classificati in modi diversi. Quelli che non sono risultati positivi al virus e sono asintomatici sono indicati in verde; gli utenti che non hanno effettuato un test ma hanno sintomi come febbre, tosse o respiro corto sono mostrati in giallo; gli utenti che dichiarano di avere il coronavirus vengono mostrati in rosa. Analogamente all’app Covid 19, Covid-19 Tracker riporta le notizie aggiornate da tutto il mondo sul virus ed è scaricabile gratuitamente.

Le App italiane

Per quanto riguarda le applicazioni solo italiane, ne ho individuate tre, sperando che, nelle prossime settimane, verrà resa disponibile un’unica app che allinei le informazioni e le modalità di comportamento in base alle linee guida che il Governo adotterà.

AllertaLOM è l’applicazione utilizzata dalla Regione Lombardia per diffondere le informazioni sul Covid-19 e veicolare le comunicazioni della Protezione Civile regionale. È disponibile per Android e iOS ed invia notifiche agli utenti. La funzionalità di questa app, che la Regione auspica verrà adottata da un ampio numero di cittadini, è quella di “tracciare la mappa di rischio contagio”. In pratica l’app invia all’utente, una volta al giorno, un questionario da compilare con gli eventuali sintomi del Covid-19. La Regione Lombardia ha chiamato questa funzionalità “CercaCovid” e ha specificato: “Le informazioni raccolte contribuiranno ad alimentare una mappa del rischio contagio che – grazie all’incrocio con altre banche dati – permetterà agli esperti di sviluppare modelli previsionali sul contagio”. La Regione precisa che la partecipazione è sempre anonima e l’app non monitora la posizione dei partecipanti.

TreCovid19 è l’app per tenersi informati sull’emergenza Coronavirus in Trentino. Offre informazioni ai cittadini provenienti solo “da fonti certificate e attendibili”. Anche in questo caso è presente una sezione per il monitoraggio dei sintomi. Tra le altre sezioni dell’app, è stata attivata una funzionalità molto utile:  “Vicino@TE”, e cioè una piattaforma di comunicazione tra i parenti dei ricoverati e i medici che permette anche di ricevere immagini e video dei ricoverati o inviare loro messaggi.

Inoltre è presente una chat, attraverso la quale è possibile dialogare con gli operatori dell’Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari, per esempio chiedendo informazioni su eventuali sintomi. Per evitare che i cittadini escano di casa senza reale motivo, esiste la sezione “Consegnointrentino” mediante la quale è possibile conoscere tutti gli esercizi commerciali che fanno consegne a domicilio.

LAZIODRCOVID (Lazio Doctor Covid) è l’applicazione scelta dalla Regione Lazio, disponibile per Android e iOS, per rispondere all’emergenza coronavirus. Ha un approccio diverso dalle altre: la sezione fondamentale è quella che permette l’autovalutazione dei sintomi, tramite una scheda nella quale è possibile immettere i propri dati. Temperatura, saturazione dell’ossigeno, pressione arteriosa, frequenza cardiaca, peso, glicemia e spirometria sono i dati che possono essere inseriti nell’app. È possibile inoltre comunicare direttamente con il proprio medico di famiglia e compilare un questionario per dichiarare se siamo stati all’estero, in altre Regioni italiane o se siamo entrati a contatto con un caso accertato di Covid-19.

Mai come in questo momento le applicazioni per la salute si stanno avvicinando a diventare uno strumento sanitario determinante per circoscrivere il contagio e permettere una ripresa delle attività, in una fase di numeri ancora elevati. Se avete segnalazioni di qualche strumento innovativo ed interessante, scrivetemi a info@farmaciaserragenova.it.

(Visited 131 times, 1 visits today)
AUTORE
schenardi farmacista digitale

Farmacista appassionato di tecnologia anima la presenza in rete della farmacia Serra di Genova, con l’obiettivo di integrare due mondi apparentemente lontani: il web e la farmacia fisica. Segretario di Federfarma Genova, ha realizzato diversi progetti tra cui una delle reti wifi gratuite più grandi in Italia e nel 2018 l’applicazione Farmacia Vicina. Nel corso degli eventi alluvionali che hanno colpito Genova, l’account twitter della Farmacia Serra è servito come fonte di informazioni e supporto per le persone in difficoltà. Anche per il crollo del Ponte Morandi l’account Twitter della Farmacia Serra è stato uno dei più consultati a livello mondiale. Dal 2015 è giudice allo Start up Village ed a Cosmofarma per innovazione e digital nell’ambito della salute. Nel 2019, IlSole24 Ore ha dedicato una puntata di Stories di successo all’esperienza social della farmacia Serra che è stata protagonista anche di un episodio della web serie Digitali per caso.