Cliente sempre più multicanale: quali competenze per i farmacisti?

Cliente sempre più multicanale: quali competenze per i farmacisti?

Mai come in questo periodo in cui siamo tutti costretti a casa, lo shopping in remoto diventa una esigenza oltre che un momento di distrazione.

Anche prima dell’emergenza, l’e-commerce cresceva a ritmi importanti nel nostro Paese. Dopo la diffidenza iniziale (relativa soprattutto all’inserimento di dati personali per l’acquisto e soprattutto i dati bancari) con l’avvento di Amazon la vendita on-line è stata resa sempre più accessibile a tutti e sicura, trasformandosi di fatto in un vero e proprio fenomeno di massa che le necessità dettate dal distanziamento sociale ha ulteriormente allargato. L’acquisto è ormai diventato multicanale, e gli utenti hanno sempre più famigliarità con i carrelli virtuali.

Gestire una farmacia online non è proprio come gestire un sito, occorrono anche delle competenze tecnologiche che non è detto che tutti abbiano, ma che si possono imparare.

Sono diverse le opportunità on-line per il proprio business: dalla possibilità di allargare il proprio bacino di clienti, ma anche di aprirsi al mercato a livello nazionale e internazionale per specifici prodotti. Essere in rete significa oltrepassare i confini geografici e ampliare il proprio business e orizzonte di vendita.

Ma come ottenere le competenze e le conoscenze che occorrono per aprire una farmacia online? 

I CORSI ON LINE  – Aprire un sito di acquisti on-line per una farmacia non prevede particolari differenze rispetto a qualsiasi altro sito e-commerce, le soluzioni tecnologiche a disposizione possono essere considerate tutte valide e sceglierne una piuttosto che un’altra dipende solo dal proprio gusto e dalle proprie inclinazioni.

Per chi volesse cominciare a dare uno sguardo e capire un po’ di più di questo mondo, in rete si possono trovare alcuni corsi free che in modalità autodidatta forniscono una panoramica generale ma soprattutto danno degli insights utili non solo per la creazione della piattaforma ma anche e soprattutto per capire come rendere appealing il sito e promuoverne i contenuti.

Digital Coach è una valida possibilità per chi è alle prime armi e collegandosi a questo link sarà possibile muovere i primi passi con una proposta gratuita per cominciare a esplorare questo mondo.

Un programma approfondito lo si trova anche su e-conversion con una interessante panoramica sulla convivenza delle due categorie (on-line/off-line), come creare un piano per realizzare e lanciare il proprio e-commerce, come gestire tutto l’aspetto collegato alle recensioni che guidano l’utente, come sviluppare un piano di web marketing per riuscire ad acquisire una buona fetta di mercato e mantenerne la quota.

Ci sono numerosi corsi che si possono seguire anche in formula blend ossia da remoto, una modalità consigliata soprattutto per prendere sempre più dimestichezza con il digitale, è il caso di corsi web che attraverso un programma veloce di soli due moduli guida l’utente nella ideazione e apertura del canale e fornisce anche una panoramica relativa alla normativa. Soprattutto nel mondo Pharma, infatti, mercato altamente regolamentato, è necessario conoscere se si vuole aprire un’e-commerce quali prodotti possono essere realmente commercializzabili e messi a disposizione nello shop virtuale.

Per i più “tecnologici” strogoff fornisce anche una panoramica più tecnica insegnando quali piattaforme scegliere a seconda delle scelte di Business che si vogliono fare.

Questi sono solo alcuni esempi per chi vuole provare a cimentarsi in autonomia con la realizzazione di un e-commerce. In alternativa, esistono diverse agenzie specializzate che con un brief chiaro, quindi una spiegazione puntuale sugli obiettivi e le aspettative da parte del cliente che possono disegnare il sito esattamente come ve lo state immaginando.

Più che focalizzarsi sugli aspetti tecnici, per portare avanti una strategia di vendita online è molto importante riuscire a imparare le competenze utili alla vendita in rete che in parte si differenziano dalla vendita tradizionale. Online il cliente non si può incontrare, non si può ascoltare la sua necessità né raccogliere un suo parere o dare un consiglio ma una volta che ha trovato il prodotto che cercava, deve inserirlo nel carrello virtuale e acquistarlo. Si tratta di un meccanismo complesso che ha successo grazie alle qualità del sito che deve accessibile, ricercabile, interessante, semplice. E, soprattutto, i contenuti al suo interno devono essere facilmente reperibili, dettagliati, recensiti.

Dovete immaginare di allestire i vostri scaffali, quanto solitamente siete abituati a fare in farmacia solo che in un ambiente virtuale dove la vetrina è lo schermo. L’utente arriva, fa un giro, si sofferma su qualcosa, sceglie un prodotto perché di interesse o necessario e solo se opportunamente spiegato e recensito alla fine finirà il carrello virtuale e quindi acquistato. Questo flusso non vi sembra familiare?

È la stessa cosa che succede al banco solo che a rispondere alle domande e a fornire suggerimenti ci siete voi.

Che cosa desidera il cliente-paziente?

La più grande competenza che occorre per questo business è immedesimarsi nel cliente/paziente, identificare che cosa potrebbe avere bisogno o desiderare, che cosa lo spingerebbe ad acquistare mentre è da solo davanti alla vostra vetrina virtuale. Fatto questo primo passo, tutto l’aspetto tecnico e la promozione della piattaforma rafforzeranno questo vostro potere di “raccontare” il prodotto e guidare alla scelta.

Per chi volesse approfondire queste “tecniche di vendita” ci sono diversi corsi di laurea disponibili che permettono al farmacista di crearsi nuove competenze al passo con la richiesta del mercato e certificarle.

CORSI DI WEB MARKETING – Un esempio è il corso di web marketing presso l’Università Bicocca di Milano con un programma vario e dettagliato che prevede una formazione puntuale sull’Introduzione al content marketing e alla costruzione di un sito web efficace; competenze  utili per misurare i risultati con Google Analytics; competenze per costruire una strategia di social media marketing e per gestire campagne di e-mail marketing e di social influencer.

Corsi simili sono offerti anche dalla LUMSA con un programma molto orientato alle tecniche di comunicazione digitale che permettono di   acquisire conoscenze e competenze nei settori del marketing e dell’economia aziendale come  della comunicazione tradizionale e digitale, una specifica area del digital marketing.

Lauree prestigiose di digital marketing sono disponibili anche  all’estero presso le Business School per chi ha voglia di confrontarsi con esperienze diverse, dalla Svizzera alla Germania, passando per l’Inghilterra fino alla Spagna. Una formazione nuova che si discosta dalla tradizionale modalità sia per format che per contenuti  innovativi.

Ovviamente il rapporto con il proprio farmacista rimane prioritario, soprattutto in quelle zone dove è in particolar modo una figura centrale per la comunità. Ma è ormai fondamentale per tutti quelli che lavorano nel settore entrare nell’ottica multimediale che associa competenze specialistiche a competenze digitali e di marketing.

Non basterà, infatti, limitarsi alla realizzazione di una piattaforma online, ma sarà necessario promuoverla, diffonderla, renderla virale e fornire una esperienza di vendita multicanale che permette di interagire con i clienti attraverso tutti i punti di contatto possibili, per supportarli e assisterli. Un’esigenza, quella di essere presenti online, che l’emergenza Covid-19 ha ulteriormente accelerato.

(Visited 177 times, 1 visits today)
AUTORE
stefania alvino

Giornalista pubblicista dal 2005, con esperienza in radio, tv e carta stampata. Laureata con lode in comunicazione digitale presso La Sapienza di Roma, ha conseguito un Master in Giornalismo Radio Televisivo ed in Digital Marketing e Social Media Communication presso la LUISS Business School. Esperta di digitale, nuovi media e multicanalità, dal 2010 ricopre il ruolo di Digital & Multichannel Manager nel settore farmaceutico.