Cosmofarma dà i numeri, +11% di visitatori

Nonostante la crisi, l'evento fieristico di Bologna ha registrato ingressi per 24.200 persone tra farmacisti e operatori e più di 350 espositori. Tra i padiglioni anche "buyer" provenienti da 20 paesi.

Cosmofarma dà i numeri, +11% di visitatori

«Cosmofarma Exhibition 2013 ha chiuso la sua XVII edizione con un successo importante in termini di presenze, di espositori e visitatori e di eco mediatica».
E’ quanto recita il comunicato diffuso dagli organizzatori alla chiusura della manifestazione bolognese. Che quest’anno ha chiamato in Fiera oltre 350 espositori e 24.200 visitatori con un incremento dell’11%.
«Una settimana di novità, di informazione, di confronto sul meglio dell’industria farmaceutica mondiale (negli stessi giorni era in corso Pharmintech, ndr) che ci ha dato grandi soddisfazioni, confermando con dati estremamente positivi, la nostra intuizione di partenza, quella di riunire in un unico appuntamento l’intera filiera del Farmaceutico, dall’industria ai servizi» dice Duccio Campagnoli, Presidente di BolognaFiere e di SogeCos, la società che organizza Cosmofarma «BolognaFiere punta da sempre sulla specializzazione e sul supporto alle filiere e ai grandi distretti produttivi. Ci auguriamo che questa prima “Farmaweek” sia l’inizio di un percorso che stimoli una sempre più stretta collaborazione fra le varie realtà e tutte le associazioni di categoria coinvolte, a supporto del business sul mercato nazionale e internazionale».

qf7_500x349

Cosmofarma 2013, in particolare, ha ospitato “buyer” provenienti da 20 Paesi (Europa, Medio Oriente, Brasile), in collaborazione con istituzioni e Camere di Commercio straniere. Sono stati organizzati più di 450 appuntamenti B2B, trasformando la Fiera in un vero e proprio hub internazionale per il mercato farmaceutico.

(Visited 1 times, 1 visits today)