Farmazero. Un progetto per la farmacia del futuro

Farmazero. Un progetto per la farmacia del futuro

Dare nuova vita alla tradizione. È questa la mission del Concept Farmazero nato dall’esperienza di Hi Contract in collaborazione con l’architetto Fernando Mosca.

L’ispirazione del nuovo concetto di farmacia nasce dall’idea di coniugare caratteristiche e valori delle antiche farmacie – rapporto di familiarità tra farmacisti e pazienti, priorità come professionalità, cura e attenzione al cliente – con spazi accoglienti dall’impronta dinamica e moderna.

«I tempi sono molto cambiati e oggi le cose sono fatte più velocemente» afferma Fernando Mosca «per seguire i cambiamenti della società. Per questo ho voluto trasferire la mia esperienza di 30 anni di lavoro nel mondo del mondo del fashion retail anche nel mondo della farmacia, cercando di creare un concept moderno ma fondato sull’umanizzazione del lavoro e del sistema di vendita».

Secondo questa impostazione la nuova farmacia dovrebbe avere un eccellente sistema di comunicazione, la conoscenza della distribuzione delle funzioni attraverso lo spazio, la personalizzazione del sistema di esposizione; dovrebbe avere ottimizzato il sistema di stoccaggio e possedere una eccellente qualità dell’ambiente, con una atmosfera accattivante che incoraggi l’acquisto. La qualità dell’ambiente va ad agire immediatamente sull’inconscio dei clienti, distogliendoli dai problemi anche attraverso la cura di illuminazione, finiture e materiali, sistema di climatizzazione.


La parola ai farmacisti

Tre sono le farmacie che si sono affidate a questo approccio, tutte situate a Milano e hinterland. In un periodo caratterizzato da dubbi e interrogativi circa il futuro stesso della farmacia, viene sottolineata «l’importanza di rinnovare la propria immagine ogni 4 o 5 anni, per essere al passo coni tempi anche in funzione della comunicazione con il cliente, che resta l’aspetto più importante» dice la Dottoressa Rizzato della farmacia Falqui di Milano.

L’evoluzione del mondo retail, inoltre, fa sì che anche la farmacia come canale di vendita debba confrontarsi con altri canali. Afferma Mazzoleni della farmacia Moncucco di Brugherio: «in un quadro come quello odierno così come devono essere ottimizzate funzioni come logistica e gestione di magazzino, è necessario  ottimizzare anche il luogo dove vivi e operi».

Ma la carta vincente resta la professionalità, e l’attenzione al cliente. «Vi è incertezza e  attesa circa l’esito dell’ingresso di operatori esteri sul mercato, il dubbio è se la farmacia singola potrà sopravvivere. In questo scenario penso che sia ancora il farmacista a fare la differenza» conclude la Dr.ssa Manzoni della farmacia Cordusio.

(Visited 40 times, 1 visits today)