Roche, utili in crescita ma non in Italia

I risultati 2012 vedono il gruppo elvetico aumentare del 4% il proprio fatturato globale. Nel nostro paese, però, la multinazionale deve registrare il segno meno per il secondo anno consecutivo

Roche, utili in crescita ma non in Italia

Utili in aumento a livello internazionale ma calanti in Italia per Roche, il colosso elvetico dell’industria farmaceutica. I risultati, ufficializzati di recente, vedono il fatturato globale dell’azienda in aumento del 4%, a 36,5 miliardi di euro, e un risultato netto di 9,7 miliardi di franchi svizzeri. «Siamo cresciuti ma dobbiamo registrare una pressione sui prezzi nel mercato europeo e quindi un calo delle vendite» ha detto l’amministratore delegato del gruppo, Severin Schwan. E’ il caso dell’Italia, dove Roche ha dovuto registrare un arretramento per il secondo anno consecutivo (-6% sul 2011), anche a causa di ritardi nell’autorizzazione di alcuni farmaci. «L’Italia resta un mercato importante» ha dichiarato Schwan «ma è anche un mercato difficile per i ritardi nei rimborsi e le difficoltà a lanciare farmaci innovativi».