Prodotti estivi? La partenza è a giugno

Prodotti estivi? La partenza è a giugno

Il mercato dei Solari, il primo dei mercati estivi analizzati da New Line Ricerche di Mercato, ha sviluppato nei dodici mesi terminanti a maggio 2019 un giro d’affari di 123,7 Milioni di Euro, in calo del -10,4% rispetto a quanto realizzato nell’anno precedente. I volumi complessivi seguono lo stesso trend negativo registrato a fatturato, con 7,9 Milioni di confezioni vendute. I Solari sono segmentati in tre categorie: Protezione e Doposole che rappresentano la quasi totalità del mercato con una quota del 97,6% del fatturato complessivo dell’anno, gli Autoabbronzanti che contribuiscono con una quota del 1,7%, e i Prodotti per le Labbra per il restante 0,8%. Le dinamiche di questi segmenti, eccetto per gli Autoabbronzanti che risultano stabili, sono allineate a quelle del mercato nel suo complesso: forte calo a volumi e valori.

 

 

Questo calo del mercato dei Solari deriva da una stagione primaverile anomala che, come si può notare dal prossimo grafico, ha rallentato la crescita delle vendite (-33% nel periodo aprile-maggio). Osservando i dati settimanali Flash4Data, si nota però una buona ripresa nel mese di giugno, che impatta in maniera positiva sia sul trend dell’ultimo trimestre sia su quello dell’anno terminante a giugno 2019.

 

Le Aziende del settore

Ricordiamo che il mercato dei Solari è concentrato in quanto le prime 10 aziende coprono circa il 76% del giro d’affari complessivo. Avene, con una quota del 16,1% si posiziona in cima alla classifica, seguita da La Roche Posay con l’11,8% del fatturato complessivo e da Rilastil e I.C.I.M. (Bionike), che contribuiscono entrambe per il 9,2% al fatturato del mercato.

Insettorepellenti e Dopopuntura

Il secondo mercato analizzato da New Line Ricerche di Mercato è costituito dagli Insettorepellenti e Dopopuntura che ha  sviluppato nei dodici mesi terminanti a maggio 2019 un giro d’affari di 30,7 Milioni di Euro, in crescita del +13,5%. I volumi complessivi, con 3,6 Milioni di confezioni, segnano un incremento del +12,8%.

 

 

Come si può osservare dal grafico seguente, questa crescita nell’anno che termina a maggio deriva dal forte incremento registrato nel periodo luglio – settembre 2018, che si posiziona su una baseline nettamente superiore rispetto all’anno precedente, mentre si assiste ad una riduzione delle vendite nel mese di maggio rispetto ai volumi registrati nel 2018 (-68% sia a pezzi che a fatturato), a causa delle condizioni metereologiche non favorevoli. I dati settimanali Flash4Data mostrano un forte incremento dei volumi nel mese di giugno che fa registrare una crescita superiore al 20% rispetto all’anno terminante e un trend positivo nell’inizio stagione (bimestre maggio-giugno).

 

Le aziende del settore

Il 71% del fatturato complessivo degli Insettorepellenti è costituito dalle prime 10 aziende. SC Johnson Italia si conferma leader di mercato con il 18,7% di quota e in forte crescita (+17,9%), segue Sella con una quota del 9,2% e Ibsa Farmaceutici con un peso del 8,7% entrambe in buona crescita.

 

(Visited 1 times, 1 visits today)