Consegna farmaci a domicilio: Pharmap registra un +300% durante l’emergenza Covid

Consegna farmaci a domicilio: Pharmap registra un +300% durante l’emergenza Covid

La consegna a domicilio anche nel settore del farmaco era già una realtà in crescita prima dell’emergenza coronavirus. Ne avevamo parlato all’inizio di febbraio sottolineando come il servizio fosse pensato ed utilizzato soprattutto per gli anziani e le persone con ridotta mobilità. L’isolamento forzato causato dal decreto del 10 aprile 2020 #iorestoacasa, ha cambiato le abitudini delle persone, e la home delivery del farmaco ha visto una crescita a tre cifre.

Vincente la consegna del farmaco con ricetta

I dati registrati nel report sul primo trimestre 2020 di Pharmap, il servizio di consegna a domicilio di farmaci che consegna in 60 minuti anche farmaci con ricetta, mostrano una crescita delle richieste pari al +600% rispetto alle richieste di consegna registrate nello stesso periodo dell’anno precedente. Ad oggi il servizio Pharmap, dopo appena 3 anni dal lancio, è disponibile in più di 150 città d’Italia (tra cui Milano, Genova, Bologna, Roma, Torino, Palermo, Cagliari), conta un network in costante crescita di circa 1.600 Farmacie e partnership con player del settore farmaceutico ed healthcare.

«La crescita esponenziale dell’home delivery probabilmente è dovuta ai tempi di consegna più rapidi rispetto a quelli di un e-commerce tradizionale e alla possibilità di ricevere a domicilio anche i farmaci con obbligo di prescrizione, grazie al servizio di gestione della ricetta» ha spiegato Giuseppe Mineo, CEO e co-founder di Pharmap «Da inizio marzo ad oggi le richieste di consegna dei farmaci con obbligo di prescrizione hanno rappresentato più del 30% delle nostre richieste» ha sottolineato Mineo «In queste ultime settimane di emergenza sanitaria, per quanto riguarda gli aggiornamenti in piattaforma, ci siamo adeguati subito alle novità in materia di trasmissione della ricetta elettronica, prevedendo un nuovo campo “NRE” in fase di check out sulla nostra app e sul nostro sito, così da agevolare la consegna».

Nel dettaglio, durante il periodo che ha obbligato gli italiani a rimanere a casa per contenere il contagio da coronavirus, Pharmap ha registrato più di 75mila richieste di consegna a domicilio di farmaci, con un incremento di oltre 5 volte rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. In particolare, il picco di richieste è coinciso con la settimana tra il 9 ed il 15 marzo 2020: sono state registrate il 300% di richieste in più rispetto alla sola settimana precedente. Il 64,3% degli ordini è stato generato direttamente dal canale Farmacia mentre il restante 35,7% dai canali web e app Pharmap, i quali hanno superato di più di 2 volte la crescita registrata sul canale Farmacia.

Per quanto riguarda la sicurezza, «a tutela dei nostri pazienti che scelgono di pagare alla consegna, abbiamo inoltre introdotto una importante novità nell’app utilizzata dai vettori che consente di abilitare il pagamento tramite carta di credito anche a distanza: l’utente riceve un QR code sul suo cellulare che lo fa accedere ad una pagina dalla quale è possibile finalizzare il pagamento» ha aggiunto Giulio Lo Nardo, Managing Director e Founder di Pharmap.

Milano è la città con più richieste con un +75% rispetto alla media delle città più grandi, con uno scontrino medio dell’utente che richiede a domicilio prodotti della Farmacia pari oggi a 36€. Bologna è la città con lo scontrino medio più alto, con 37,8 €. Dai dati registrati dal report Pharmap, gli antipiretici, come la tachipirina, rimangono stabili come nel 2019 al primo posto dei prodotti più richiesti anche nel primo trimestre del 2020. Cresce invece la richiesta di mascherine, gel disinfettanti e vitamina D che hanno preso il posto di analgesici, antibiotici e diuretici, prodotti che per tradizione hanno sempre occupato le prime posizioni nella classifica dei prodotti più richiesti nei primi mesi dell’anno.

Pensando al futuro i due fondatori, Lo Nardo e Mineo, sono certi «che questa emergenza abbia anticipato di almeno un anno quelle che prima o poi sarebbero diventate abitudini consolidate del consumatore e che non si tornerà più indietro considerato che molti processi che prima dell’emergenza generavano complessità per l’utente finale, tra cui per l’appunto la consegna del promemoria cartaceo in farmacia dei farmaci con ricetta elettronica, con la digitalizzazione siano stati drasticamente semplificati, portando un beneficio non indifferente ai principali attori dell’ecosistema salute». E concludono: «In questo momento storico il nostro servizio sta dando la possibilità ai farmacisti di oltre 120 città d’Italia e ai cittadini di incontrarsi direttamente al domicilio dell’utente contingentando gli accessi in farmacia a tutela della salute di entrambi».

Per andare incontro alle esigenze di tutti i cittadini invitati a ridurre al minimo i loro spostamenti, fino al 3 Maggio 2020 Pharmap offre la consegna a domicilio gratuita in tutte le città in cui il servizio è attivo, tra cui Milano, Roma, Torino, Firenze, Palermo. Il servizio di consegna gratuita a domicilio, è offerto grazie alla sponsorizzazione di Sandoz e Novartis.

(Visited 190 times, 1 visits today)