Dati GDO

GDO: siamo lontani dai numeri registrati nell’emergenza

Uno scenario in continua e rapida evoluzione quello della GDO a partire dall’inizio dell’emergenza Coronavirus.

I risultati di giugno elaborati da IRI testimoniano che, con l’inizio della «fase 3» le vendite del Largo Consumo nella Distribuzione Moderna rallentano con decisione il passo a partire dalla seconda settimana. La frenata è causata dal nuovo forte calo degli Ipermercati a cui si associa un ripiegamento significativo delle vendite nei negozi di prossimità (Libero Servizio Piccolo) che invertono la tendenza dopo gli exploit registrati durante il periodo di lockdown. Continua a leggere

La GDO tra passato e futuro

Lo scenario della GDO è iniziato a mutare ancora prima del lockdown. Infatti, già a partire dal 21 febbraio, giorno della notizia dei primi casi di Covid-19 a Codogno, la filiera del largo consumo è stata sottoposta a massicci sconvolgimenti. Continua a leggere

Maggio nella GDO: il Cura Persona risale

Maggio è il mese delle progressive riaperture ma l’uscita dalla crisi è lontana. L’Italia mostra un quadro economico particolarmente depresso con crolli inediti di PIL e produzione. Contemporaneamente prosegue l’iter per la messa a punto ed il varo di strumenti straordinari di sostegno a famiglie ed imprese, con l’intervento di azioni anche a livello comunitario. Continua a leggere

Aprile: picchi storici per la GDO, ma il Cura Persona ancora così così

Il bimestre marzo-aprile è quello in cui l’emergenza sanitaria ed economica dovuta al Covid-19 ha toccato il suo apice, con effetti destinati a durare a lungo nelle economie di tutto il mondo. L’Italia, primo paese ad essere colpito in Europa, e anche il più impattato, secondo i principali esperti macroeconomici pagherà un prezzo alto nel tempo con un crollo della produzione interna, un forte arretramento di alcuni settori e un significativo impoverimento di parte della popolazione (anche con il rischio di marginalizzazione di alcune fasce delle classi medie). Continua a leggere

Numeri record per la GDO, con l’eccezione dei prodotti per la Persona

Il mondo è entrato in recessione e, secondo i dati del Fondo monetario internazionale, l’effetto del Covid 19 sull’economia nel 2020 porterà a una contrazione del 3 per cento, una dimensione che supera abbondantemente il -0,6 del post crisi Lehman Brothers nel 2009. Interi settori come il turismo e il sistema della ristorazione commerciale, i pubblici esercizi e quello dei trasporti aerei sono quasi completamente fermi. Continua a leggere

Il ciclone Covid-19 soffia sulle vendite della GDO

Nel rapporto congiunturale di febbraio della GDO elaborato da IRI, società leader nelle ricerche di mercato nel Largo Consumo Confezionato, il ciclone Coronavirus che ha investito le nostre vite mostra la sua potenza, anche agli esordi. Parliamo infatti di un settore che già a partire dall’ultima settimana di febbraio, quando i media hanno dato notizia dei primi casi, evidenzia importanti reazioni dei consumatori. Continua a leggere

Come cambiano i nostri acquisti in base al livello delle misure di restrizione

Tutto il mondo si sta confrontando con l’impatto del Covid-19, che ha cambiato le nostre abitudini e i nostri consumi, compresi quelli che riguardano i beni di consumo confezionato.

IRI, società leader di ricerche di mercato nel Largo Consumo, sta tracciando l’evoluzione nelle aree affette dal virus che non risparmia di fatto nessuna nazione, ma che ne colpisce in maniera particolare alcune. E individua alcuni trend generalizzati, che cambiano a seconda di come vengono modulate le misure restrittive di contenimento. Continua a leggere

GDO: prima del picco di febbraio, gennaio è comunque molto positivo

Carrelli stracolmi e scaffali vuoti in tutti i supermercati: sono le immagini a cui ci ha abituato l’ultima settimana. Litigi per accaparrarsi l’ultimo disinfettante, scorte di pasta esaurite, code davanti agli ingressi: è lo scenario apocalittico della GDO in Italia che, nelle zone rosse, focolaio dell’infezione del Coronavirus, ha registrato picchi del +50% e addirittura crescite a tre cifre per mercati come gli igienizzanti mani. Continua a leggere

I consumatori del futuro: dal 2019 le tendenze destinate a durare

L’analisi di IRI sul mercato del Largo Consumo nel 2019, traccia le linee di alcune tendenze molto probabilmente destinate a durare nei prossimi anni e che riflettono i nuovi comportamenti e abitudini degli italiani. Stili di vita e di consumo che, oltre a trasformare la grande distribuzione moderna, sono in grado potenzialmente di modificare gli altri mercati. Continua a leggere

GDO: come è andato il 2019?

Nonostante la sostanziale stagnazione dell’economia italiana, i consumi delle famiglie hanno tenuto. Una crescita moderata, dovuta a politiche di sostegno delle famiglie, tenuta dell’occupazione e bassa inflazione che ha sostenuto il potere d’acquisto. L’Italia si confronta con una fase generale di rallentamento dell’economia mondiale e con l’inasprimento delle tariffe doganali che possono influenzare negativamente le esportazioni. Continua a leggere

Un autunno non brillante per il Largo Consumo

Economia italiana a fine 2019 a un passo dalla stagnazione: restano problematici i dati ufficializzati da Istat sul settore industriale, mentre nel complesso si registra un piccolo miglioramento del mercato del lavoro, sia dal punto di vista quantitativo che qualitativo (maggiori contratti a tempo indeterminato). Da segnalare il miglioramento di passo dei consumi delle famiglie che sfiorano nel terzo trimestre +1% tendenziale. Lo spread verso i bund tedeschi oscilla fra i 150 e i 160 punti base dopo il balzo segnato il mese precedente. Continua a leggere

A Ottobre frena il Largo Consumo

A ottobre si interrompe il trend positivo degli ultimi mesi nelle vendite del Largo Consumo. I dati di IRI, società leader nelle ricerche di mercato nel Largo Consumo Confezionato, riportano la battuta d’arresto, dovuta principalmente al calo nel discount, dopo una serie di mesi positivi. Un calo che risulta particolarmente amplificato dal confronto con la controcifra molto alta del 2018. Il trend generale dell’anno del Largo Consumo Confezionato resta comunque largamente positivo: dall’inizio del 2019 ha, infatti, accumulato una crescita importante (+1,7% a volume e… Continua a leggere

Anche a settembre poche nubi all’orizzonte nel Largo Consumo

Inizio d’autunno incoraggiante per il Largo Consumo Confezionato. È la fotografia che ci restituisce il report mensile di IRI, azienda leader nelle ricerche di mercato per il mondo LCC. A settembre si conferma il bilancio positivo delle vendite, nella media dei primi tre trimestri del 2019. I prezzi continuano a evolversi debolmente stimolando così lo sviluppo della domanda in volume. Continua a leggere

Il carrello tiene anche ad agosto

Le vendite nel largo consumo continuano a crescere anche in agosto, sebbene in misura minore rispetto agli altri mesi dell’anno, confermando il bilancio molto positivo della prima parte del 2019. Una crescita dovuta anche al permanere dei prezzi deboli che favoriscono la domanda, a fronte di una pressione promozionale che resta ancorata ai livelli di gennaio-agosto 2018. Sono i dati che emergono dal monitoraggio IRI. Continua a leggere

Balzo nel Largo Consumo, grazie al giugno torrido

Bilancio positivo a metà anno per le vendite di Prodotti Confezionati di Largo Consumo all’interno della distribuzione moderna (+1,9% a valore e +1,7% a volume), soprattutto grazie anche al meteo di giugno (eccezionalmente torrido) che ha annullato le perdite subite dalle categorie stagionali durante la scorsa primavera caratterizzata anch’essa da un clima anomalo, ma particolarmente freddo. Continua a leggere

Nonostante la battuta d’arresto di maggio, le vendite tengono

Dai dati IRI emerge che il bilancio dei primi cinque mesi del 2019 per le vendite di Prodotti Confezionati di Largo Consumo all’interno della distribuzione moderna è positivo, nonostante la battuta d’arresto di maggio influenzato da fattori meteo sfavorevoli per la domanda di prodotti stagionali (gelati, bevande dissetanti, insetticidi, ecc.). Continua a leggere

Primavera positiva nel Largo Consumo

Il bimestre marzo-aprile segna una crescita moderata nelle vendite dei Prodotti Confezionati di Largo Consumo all’interno della distribuzione moderna, consentendo di mantenere il trend del primo quadrimestre 2019 su un tasso di sviluppo apprezzabile (+1,8% a valore e +1,5% a volume) e riportando la domanda del mercato sui livelli raggiunti nello stesso periodo due anni fa, come attestano i dati IRI. Continua a leggere

Le vendite online in Europa e in Italia: i trend emergenti

Le vendite online hanno registrato un trend molto positivo in tutta Europa nell’ultimo anno, con punte di crescita di circa il 40% in Italia e del 30% in Spagna.

È quanto emerge da un recente studio firmato IRI che fotografa la situazione attuale e stima le crescite nell’online nel prossimo futuro, prevedendo trend a doppia cifra per tutti i comparti, con il Largo Consumo in testa.

Continua a leggere

Bilancio ancora molto positivo alla chiusura del primo bimestre

Le vendite del Largo Consumo Confezionato all’interno della distribuzione moderna «fanno tesoro» dell’ottima partenza di gennaio, determinata dal confronto con una controcifra particolarmente negativa (-5,1%), chiudendo il primo bimestre con un bilancio ancora molto positivo (+2,6% a valore). Il mese di febbraio segna comunque una pur modesta crescita (+0.9% a valore, +0,6% a volume). Continua a leggere