Farmacia: verso un Natale ancora incerto, i dati New Line RDM degli ultimi sette giorni

Dati aggiornati al: 13 Dicembre 2020

Farmacia: verso un Natale ancora incerto, i dati New Line RDM degli ultimi sette giorni

Il mese di dicembre prosegue all’insegna dei trend negativi e del calo dei volumi di vendita in Farmacia. È però importante leggere questi numeri alla luce della dinamica di calendario, che ha visto nella scorsa settimana una giornata lavorativa in meno (l’8 dicembre), a fronte di una corrispondente settimana piena nel 2019, in cui la festività dell’Immacolata cadeva di domenica. Se valutiamo, quindi, le dinamiche per singolo giorno lavorativo, il segnale complessivo è tutt’altro che negativo: sul globale farmacia, a fronte di un calo del -13,4% a confezioni dell’intera settimana si registra, infatti, un incremento del +4% per singola giornata lavorativa, a cui corrisponde un miglioramento nelle vendite del canale anche rispetto ai sette giorni precedenti. Le confezioni vendute mediamente per ogni giornata lavorativa, tra la seconda e la prima settimana del mese, sono infatti aumentate del +9,5%. Viste le dinamiche assolutamente schizofreniche alle quali ci ha abituato il canale negli ultimi mesi è difficile prevedere se questi segnali possono far ben sperare per la restante parte del mese, generalmente caratterizzata da un incremento delle vendite associate al periodo natalizio e all’aumentare della diffusione della patologia influenzale. Al momento, per quanto riguarda questo ultimo aspetto, molto rilevante nel guidare la domanda rivolta alla farmacia nel periodo invernale, il rapporto Influnet riporta una ”incidenza delle sindromi simil-influenzali stabile e sotto la soglia basale”. Questa evidenza conferma come le misure di contenimento del Covid abbiamo, come previsto, anche un impatto sulla diffusione delle normali patologie del periodo.

Entrando nel dettaglio dei principali comparti, quello che si osserva è un calo sulla settimana del -11,6% a confezioni per il farmaco su ricetta, a cui però corrisponde un +6,1% per singola giornata lavorativa. A fronte di questo, in ambito Commerciale, il trend complessivo è del -16,1% contro un +0,7% per giornata lavorativa, che diventa rispettivamente un -21,9% e un -6,3% quando si va ad escludere la componente dei Sanitari. Risulta quindi evidente come sia stata la richiesta di farmaco RX ad avere sostenuto il canale negli ultimi sette giorni, mentre si presenti ancora molto critica la situazione sul tutto il fronte commerciale (ad esclusione, come al solito, dei Sanitari).

Nell’ambito dei farmaci su ricetta il mondo del cronico legato ai problemi cardiovascolari perde sulla settimana ma incrementa notevolmente la domanda per giornata lavorativa, con un trend del +10,4%. Sul fronte del Sistema Respiratorio si registrano ancora perdite importanti, sia sulla settimana che sul giorno lavorativo, anche se gli antipiretici hanno registrato una ripresa della domanda, con una crescita per giornata lavorativa del +2,5% a confezioni. Ancora in forte calo la richiesta di antibiotici, che perdono il -37,1% sulla settimana e il -24,5% per singola giornata lavorativa.

Interessante, invece, il cambio di dinamica registrato nel mondo dei farmaci su ricetta per l’apparato gastrointestinale: nonostante la perdita del -11,6% a confezioni dell’ultima settimana, la dinamica per singola giornata lavorativa mostra una crescita del +6,1%, guidata soprattutto dalla maggiore domanda di farmaci antiacidi e antireflusso, che generalmente in questo periodo vedono un aumento della richiesta.

(Visited 545 times, 1 visits today)

GLOBALE

FARMACO RX

GASTROINTESTINALI ETICO

ANTIMICROBICI GENERALI PER USO SISTEMICO

AUTOMEDICAZIONE

Negativo, invece, sia sulla settimana che sulla singola giornata lavorativa, il risultato del mercato dell’Automedicazione, per cui il -22,7% sui sette giorni diventa un -7,3% quando si tiene conto della dinamica di calendario. Ragionando per singola giornata lavorativa si osserva, però, un incremento della domanda di quasi l’11% rispetto alla prima settimana di dicembre. Sarà interessante osservare se questo sarà l’inizio di una ripresa, in linea con quella che è la crescita della domanda che usualmente si registra in questo periodo, oppure se il mercato continuerà ad essere in sofferenza a causa, principalmente, della bassa diffusione delle patologie simil-influenzali di questo particolare periodo.

Entrando nel dettaglio delle singole categorie di prodotti si continuano a registrare perdite rilevanti nelle vendite di prodotti per la cura delle sindromi tipiche del periodo (antipiretici, prodotti per la tosse, decongestionanti) e si riduce molto la domanda di probiotici, anch’essa collegata ai trattamenti antinfluenzali. Si osserva, invece, una nuova spinta positiva alla domanda di prodotti per il rafforzamento del sistema immunitario quali vitamine, immunostimolanti, Sali Minerali, Multivitaminici e Multiminerali. Dopo la riduzione della richiesta registrata nelle scorse settimane (con livelli comunque sempre molto elevati rispetto al 2019), negli ultimi sette giorni la domanda ha ripreso a salire.

Sempre molto positivi i risultati dei prodotti di automedicazione per il riposo notturno e di calmanti, la cui domanda sta continuamente crescendo e nell’ultima settimana il trend per singola giornata lavorativa è stato addirittura del +42,8%

(Visited 545 times, 1 visits today)

IMMUNOSTIMOLANTI

ANTIPIRETICI

 

 

(Visited 545 times, 1 visits today)

INSONNIA E BENESSERE MENTALE

DERMOCOSMETICA

Ancora in zona negativa il mercato della Dermocosmesi e Igiene, nonostante il trend per giornata lavorativa (-8% a confezioni) mostri una perdita più contenuta di quella osservata nelle precedenti settimane, segnale che forse la domanda sta leggermente crescendo, anche se ancora ben lontana dai livelli tipici del mese di dicembre.

In calo il mercato dei Trattamenti viso, anche se con perdite rispetto al 2019 che, sulla giornata lavorativa, sono inferiori a quanto ultimamente osservato. I prodotti Antietà nell’ultima settimana hanno addirittura registrato un +3% a confezioni per singola giornata lavorativa. In forte calo, invece gli Idratanti e Protettivi labiali, la cui dinamica è infatti assolutamente in controtendenza rispetto a quella del 2019, con le vendite in calo invece che in crescita.

I Trattamenti per il Corpo hanno ancora vendite più basse del 2019 ma stanno contenendo la perdita e sembrano seguire la dinamica stagionale. Guardando, infatti, al trend per giornata lavorativa si registra un -3,4% a confezioni rispetto al 2019 (migliore di quasi tutti i trend registrati nelle ultime settimane) ed un incremento delle vendite di quasi il 17% rispetto alla prima settimana di dicembre.

(Visited 545 times, 1 visits today)

TRATTAMENTI VISO

TRATTAMENTI CORPO