CGM diventa azionista di New Line RDM: l’intervista a Gabriele Pierani, presidente New Line

CGM diventa azionista di New Line RDM: l’intervista a Gabriele Pierani, presidente New Line

È di pochi giorni fa la notizia ufficiale dell’ingresso di CGM Italia (CompuGroup Medical) con il 20% delle quote in New Line Ricerche di Mercato.

Un accordo che arriva dopo molti anni di collaborazione tra le due aziende e che punta da un lato a rafforzare la volontà di CGM di fornire servizi di analisi dei dati a tutto il mondo healthcare europeo e dall’altro a proiettare New Line in nuovi mercati sia in Italia che in Europa.

Gabriele Pierani (nella foto), presidente di New Line Ricerche di Mercato, racconta in questa intervista la genesi e le prospettive di questa partnership.

 

Come è nato questo accordo?

Non è la prima volta che un’azienda ci propone un ingresso di capitale. In passato abbiamo ricevuto diverse proposte, anche internazionali. Le abbiamo valutate ma poi abbiamo sempre deciso di non cedere quote dell’azienda perché in nessuna di queste proposte abbiamo intravisto potenzialità reali di espansione per noi, in Italia e all’estero. L’offerta di CGM ci è invece sembrata molto più aderente alle nostre prospettive di sviluppo.

 

Che cosa vi ha convinti?

CGM è una realtà con cui collaboriamo molto bene da diversi anni. In passato abbiamo venduto proprio a loro “Qualità in farmacia”, un’azienda di cui eravamo soci. L’anno scorso, con l’acquisizione di Insight Health, azienda leader nel mercato dei dati in Germania, Austria e Svizzera, abbiamo assistito a una grande accelerazione della capacità di CGM di penetrare nel mercato sanitario europeo. Abbiamo preso la decisione certi che l’accordo potrà aggiungere valore a entrambe le parti e ci consentirà di offrire servizi ancora più di qualità e un salto in avanti sia nei nostri mercati tradizionali che anche in quelli ancora meno esplorati, senza contare la grande opportunità di sbarcare all’estero.

 

Che cosa vi aspettate dal 2023?

L’anno alle porte sarà molto importante per noi. Contiamo, ora che l’emergenza pandemica sembra terminata, di riprendere in modo massiccio i reclutamenti di nuove farmacie per la nostra rete. Abbiamo piani ambiziosi, anche perché ai nostri clienti abituali in finale d’anno si è aggiunto un cliente, leader nel proprio mercato, che progetta una intensa attività sulla farmacia, che da sempre è e resta il centro del nostro lavoro.

Grazie poi all’accordo con CGM, di cui siamo molto soddisfatti, possiamo offrire alle nostre aziende clienti una nuova vista sul mercato dei Paesi di Germania, Austria e Svizzera, ma questo è solo l’inizio perché insieme a CGM potremo andare a cogliere opportunità in altre nazioni e in altre aree operative, anche in questo caso sia in Italia che all’estero.

(Visited 255 times, 1 visits today)
LA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti per non perderti gli ultimi dati del mercato della farmacia