Equivalenti

Aderenza, questa sconosciuta

Quando si parla di “aderenza alla terapia” gli italiani non hanno ancora le idee ben chiare. E’ quanto emerge dalla ricerca Doxa Marketing Advice promossa da Teva Italia su un campione di individui dai 18 ai 64 anni, pazienti e caregiver come farmacisti, medici di Medicina Generale e medici specialisti (pneumologi/allergologi, cardiologi, gastroenterologi, neurologi).

In sintesi, il 43% dei pazienti non sa cosa significhi aderire alla terapia e riconduce a questo termine definizioni errate e confuse, quali “l’accettazione da parte del paziente di ciò che… Continua a leggere

Benzodiazepine, cresce lo “share” dell’equivalente

Si confermano stabili le vendite di benzodiazepine, sia per quanto riguarda il mercato dei farmaci a marchio, sia per quanto attiene a quello degli equivalenti. Nell’anno mobile settembre 2014-agosto 2015, infatti, si registra, complessivamente, una diminuzione delle vendite dell’1,3%, mentre gli equivalenti calano dello 0,8%. Questi ultimi si conquistano così uno share complessivo del 36,3%.

La sostanziale stabilità del mercato delle benzodiazepine, tuttavia, non è comune a tutte le molecole. Se continuiamo a parlare di quote per “pezzi”, le vendite di diazepam scendono (sempre nell’anno… Continua a leggere

Aderenza, urge alleanza medici-farmacie

L’aderenza alla terapia farmacologica è un presupposto fondamentale per l’efficacia e la sicurezza dei trattamenti. A fronte di una prescrizione appropriata, la non aderenza si traduce in un danno ai pazienti e a un calo di sostenibilità del Sistema sanitario. In media, il 40% dei cittadini europei non rispetta le cure che i professionisti della salute ritengono opportuno seguire. Rispetto alla media europea, in Italia il numero di “inadempienti” è ancora più grave e si attesta al 50%. In pratica, un italiano su due non… Continua a leggere

Equivalenti, prosegue l’onda lunga

Cresce a ritmo costante nell’ultimo anno mobile (luglio 2014-giugno 2015) il consumo dei farmaci equivalenti. Secondo i dati elaborati da New Line, le vendite a unità dei “non griffati” sono aumentate del 6,6% e, numero ancora più indicativo, nei soli primi sei mesi del 2015 di ulteriori 6,2 punti percentuali. In sintesi, allo stato dell’arte, le vendite a unità degli equivalenti hanno confermato per ora il proprio trend positivo.

In particolare fanno registrare un segno “+” i farmaci dell“apparato gastrointestinale e metabolico (+ 5,7% anno… Continua a leggere

Equivalenti, da Cosmofarma dati ancora positivi

Continua a crescere, in Italia, il consumo di farmaci equivalenti. Da marzo 2014 a febbraio 2015 il canale farmacia ha fatto registrare una sostanziale impennata dei cosiddetti “generici”: + 8,3% a valori e + 7% a unità in un mercato, quello dei farmaci etici, che, di fatto, non ha riportato grandi variazioni rispetto all’anno scorso (- 0,6% a valori, +1,9% a unità). E’ la fotografiaproposta a Cosmofarma 2015 (ospitata a Bologna dal 17 al 19 aprile) dalle ultime rilevazioni di New Line. Bene anche il… Continua a leggere

Il packaging non serve solo al brand

Secondo un recente studio condotto dalla Società italiana di gerontologia e geriatria (Sigg), circa il 60% degli ultrassantacinquenni assumerebbe almeno un farmaco e il 10% cinque o più. Una fotografia che mette in luce la necessità di un’aderenza terapeutica a garanzia sia dell’outcome positivo della cura, sia dell’ottimizzazione della spesa per il Servizio sanitario nazionale. In particolar modo per i pazienti anziani, con capacità visive spesso ridotte, un corretto uso del packaging e della grafica può rappresentare un valido aiuto. «La descrizione chiara delle caratteristiche… Continua a leggere

Off patent, cala il branded ma cresce l’equivalente

Nel 2014, in un mercato farmaceutico retail sostanzialmente stabile rispetto all’anno precedente, il farmaco equivalente è in controtendenza. Secondo i dati diffusi da New Line, il comparto dei farmaci (fascia A, C, Sop e Otc) che rappresentano il 69,7% a valore delle vendite complessive del canale retail, segna una flessione dello 0,9%. Ancora più marcata è la flessione dei farmaci off patent (-1,8%). Ma all’interno del mercato dei farmaci a brevetto scaduto, il farmaco equivalente continua a far registrare numeri in crescita: sale a valore… Continua a leggere

Generici, tutti chiedono più informazione

Una maggior informazione sui farmaci equivalenti. La chiedono a gran voce gli italiani e non solamente per sé, ma anche per tutti gli attori del sistema salute. A dirlo è “La sostenibilità della cura”, l’indagine quali/quantitativa condotta da Doxa Marketing Advice, in collaborazione con Teva Italia, che ha indagato un campione di 600 soggetti ambosessi di età compresa tra i 18 e i 64 anni. In sintesi cittadini, medici di medicina generale, specialisti e farmacisti hanno segnalato un gap di informazione quando si parla di… Continua a leggere

Equivalenti e sostenibilità, binomio che convince

Di questi tempi, l’attenzione al tema della sostenibilità è un must. Se parliamo di Salute, poi, l’esigenza si fa sentire ancor più forte: le cure, anche in tempi di crisi, non possono mancare. Tuttavia qui il meccanismo di diventa ancora più complicato perché si declina non solo nella rappresentazione di «risparmio del sistema pubblico», ma anche in quella di «vantaggio personale». Gli italiani identificano nella «prevenzione» e nell’impiego di «farmaci equivalenti» due strumenti efficaci per combattere gli sprechi e garantire al Servizio sanitario nazionale sostenibilità… Continua a leggere

Antibiotici off patent, opportunità ancora inespressa

Anche se sono ormai molti i gruppi terapeutici nei quali il generico vede progressivamente crescere la propria quota di mercato, rimangono alcune categorie dove gli equivalenti puri devono ancora fare il balzo. E’ il caso per esempio degli antibiotici, che restano   un’opportunità ancora da sfruttare per i generici. Nell’anno mobile che va dal settembre 2013 all’agosto 2014, infatti, gli antibiotici equivalenti si sono aggiudicati il 18,5% della quota di mercato, contro il 70,4% dei branded (fonte New Line).

«Questi dati non devono stupire»… Continua a leggere

Statine, gli “unbranded” si fanno strada

Tra le statine continuano a crescere le vendite di equivalenti nel mercato italiano. Dall’agosto 2013 al luglio 2014 il loro mercato – secondo i dati elaborati da New Line – ha fatto registrare un +11,7% a valore e un +10,9% a unità. In estrema sintesi il mercato delle statine risulta per il periodo di tempo indicato così ripartito (per unità): 20,3% branded ancora coperto con brevetto, 46,4% farmaci di marca a brevetto scaduto e 33,4% equivalenti. Nella categoria, in particolare, guadagna posizioni l’atorvastatina, il cui… Continua a leggere

Sildenafil un anno dopo, genericazione con il botto

A poco più di un anno dalla scadenza brevettuale del Viagra, il farmaco per la disfunzione erettile, i suoi equivalenti possono dire a ragion veduta di aver “conquistato” il mercato. Dal giugno 2013 al maggio 2014, secondo i dati elaborati da NewLine, la molecola sildenafil ha fatto registrare un +35,1% a unità grazie alla sua genericazione. In Italia il griffato ha perso il 40,2% a valore (pari al 58,9% delle quote) e il 42,9% a unità (pari al 42,8% delle quote), mentre il suo equivalente… Continua a leggere

Equivalenti, mercato sempre più maturo

Cresce il mercato degli equivalenti in Italia. Da maggio 2013 ad aprile 2014, secondo i dati elaborati da New Line, la quota dei farmaci off-patent in farmacia ha raggiunto il 42,9% e il peso del generico l’8,2%, con una crescita del 9,3% rispetto all’anno scorso. A fare da traino  i farmaci per i disturbi correlati all’acidità, seguiti a qualche passo di distanza dai farmaci per il diabete e dai lassativi. Un’analisi dei consumi di equivalenti su scala regionale rivela che il Nord rimane più… Continua a leggere

Da giugno una finestra sui farmaci equivalenti

Cresce in Italia il consumo dei farmaci equivalenti, sebbene lo Stivale rimanga ancora un passo indietro rispetto ai Paesi europei più virtuosi e a livello regionale ci siano forti differenze nelle vendite. Il progressivo aumento dei brevetti scaduti e la maggiore possibilità di scelta che ne consegue, in ogni caso, spingono sempre più pazienti a rivolgersi al farmacista per chiedere informazioni sui farmaci equivalenti, sulla loro efficacia e sulla loro sicurezza.

Per affiancare il farmacista in questo delicato compito di “guida” nel dedalo sempre più… Continua a leggere