Fitwalking in farmacia: dalla teoria alla pratica

Fitwalking in farmacia: dalla teoria alla pratica

Quante volte abbiamo sentito dire che camminare fa bene sotto molti punti di vista, che una bella passeggiata aiuta a prevenire malattie importanti (come patologie cardiovascolari e diabete) e tiene lontano molte malattie degenerative?

Sicuramente tante volte ma le farmacie Sorace Maresca (situate a Castel Maggiore in provincia di Bologna) sono passate dalla teoria alla pratica … Da 3 anni viene proposto ai clienti un corso di Fitwalking.

In questo numero abbiamo intervistato la dott.ssa Alessandra Sorace Maresca che, insieme alla sorella Silvia, gestiscono le farmacie e che hanno deciso di proporre un’esperienza diversa ed innovativa alla propria clientela.

Come è nata l’idea di proporre questa iniziativa alla clientela?

Dall’ascolto delle esigenze dei nostri clienti. Poiché spesso il medico consigliava loro di muoversi anche in maniera leggera per mantenersi in forma o per rimettersi in forma, spesso ci siamo trovati a dover dare risposte a domande del tipo: non voglio andare in palestra o piscina, cosa posso fare? Se passeggio in paese è sufficiente?

Per caso, in vacanza, ho conosciuto un personal che insegna il Fitwalking e questa disciplina mi ha subito conquistato. Tornata a Castel Maggiore mi sono interessata per trovare la persona giusta e così è iniziata questa nuova iniziativa.

La personal trainer che collabora con noi è certificata dai corsi dei fratelli Damilano che hanno inventato la disciplina.

Quali sono stati gli strumenti di reclutamento che avete adottato?

L’iniziativa è stata veicolata tramite l’invio di una mail di presentazione a tutti i possessori della nostra carta fedeltà. Per noi questo aspetto importante: possedere la nostra carta fedeltà non significa soltanto ricevere dei vantaggi commerciali ma qualcosa di più … In farmacia abbiamo esposto un cartello e, soprattutto, tutto lo staff si è impegnato a proporre il Fitwalking ai nostri clienti che, all’inizio, erano un po’ stupiti ma poi si è sparsa la voce e ci hanno seguiti in  tanti.

Che cosa occorre fare per aderire all’iniziativa?

Un aspetto fondamentale è provvedere ad assicurare tutti i partecipanti contro i possibili infortuni. A tal fine ci siamo appoggiati alla polisportiva di Castel Maggiore con la quale collaboriamo da anni.

Al momento dell’iscrizione ogni partecipante paga un contributo di 70 € (che comprende la quota assicurativa versata alla polisportiva),ottiene un pacchetto che prevede 10 uscite e riceve una t-shit sulla quale è riportato il nome dell’iniziativa e quello delle nostre farmacie.

Qual è stato il riscontro in questi anni?

È ormai il terzo hanno che portiamo a camminare tutte le volte circa 40 persone il sabato mattina. Quest’anno i corsi sono 2: uno il venerdì pomeriggio e l’altro sabato mattina da settembre a maggio. Stiamo sempre all’aria aperta e la partecipazione è sempre elevata anche se le condizioni atmosferiche non sono ottimali. Riusciamo ad organizzare anche uscite extra di domenica, partecipando alle camminate organizzate dalle varie associazioni podistiche locali.

Lo scorso anno abbiamo organizzato anche il corso di Nordic Walking, anche quello seguitissimo.

Quando per le feste natalizie ci siamo fermati con il corso e pensavamo di ricominciare in marzo, c’è stata una super richiesta di ricominciare al più presto. Allora siamo ripartiti a febbraio. Questa è stata una grande soddisfazione!

Che cosa avete apprezzato maggiormente nel realizzare questa iniziativa?

Il risultato che ci gratifica maggiormente e che siamo riusciti a fare “alzare dal divano” tutte quelle persone che erano convinte di non essere fatte per lo sport ed il movimento.  L’età dei partecipanti va dai 40 ai 70 anni ossia la fascia di età più a rischio per le malattie cardiovascolari, per cui il movimento dolce ma continuo è una vera e propria terapia.

Un altro elemento che ci ha colpito è che siamo riusciti a creare un bellissimo spirito di gruppo: non c’è competizione ma la volontà di camminare tutti insieme confermato anche dal fatto che, talvolta,  i partecipanti più veloci tornano indietro per recuperare quelli che vanno con un passo meno svelto. Infine, ogni volta che vediamo che 40 persone indossano la maglietta con riportato il nome delle nostre farmacie, oltre ad essere un ottimo strumento di visibilità, ci emozioniamo sempre …

 

Sicuramente sono molte le iniziative di customer experience realizzate dalle farmacie e chi volesse condividerle può scrivere a redazione@pharmaretail.it.

AUTORE

Laureato in Economia e Commercio, ha esperienza ventennale nel canale farmacia sia come manager d’azienda sia come consulente e formatore di marketing e managment.

Fondatore della società Easter Consulting.