Chiesi, fatturato 2014 in crescita dell’8,4%

Il 2014 si chiude con un fatturato di 1.342 milioni di euro e una crescita dell’8,4% rispetto all’anno precedente per il Gruppo Chiesi Farmaceutici, azienda con il passaporto italiano ma dalla vocazione sempre più internazionale (ormai il 77% delle vendite proviene dai mercati esteri). A ufficializzarlo una nota diffusa dall’azienda, che valuta in 363 milioni di euro l’Ebitda, in aumento rispetto al 2013 nonostante i forti investimenti in Ricerca e Sviluppo (237 milioni di euro, pari al 17,6% delle vendite). «Questo risultato» si legge nella nota «ha permesso al Gruppo di scalare la graduatoria mondiale delle imprese farmaceutiche innovative, dalla 50a alla 46a posizione».


A parte gli investimenti in Ricerca e Sviluppo, nel 2014 il Gruppo ha destinato 87 milioni di euro in nuovi impianti industriali – per dare «impulso straordinario allo sviluppo di nuovi prodotti» – e 89 milioni di euro per l’acquisizione del capitale totale di Chiesi Usa. «Il nostro impegno crescente nella ricerca e innovazione rappresenta la necessaria premessa allo sforzo che il Gruppo sta compiendo per sviluppare nuovi prodotti in tutte le aree terapeutiche in cui è impegnato» ha commentato Alberto Chiesi, presidente di Chiesi Farmaceutici «allo stesso tempo, getta le basi per consolidare la leadership nelle aree terapeutiche tradizionali, quali malattie respiratorie e neonatologia, e per affermarsi in modo sempre più concreto nel trattamento delle malattie rare e nelle terapie avanzate».


Tra i prodotti in portafoglio, Foster (beclometasone dipropionato e formoterolo fumarato), Curosurf (poractant alfa) e Clenil (beclometasone dipropionato) rimangono i primi tre farmaci del Gruppo per fatturato e nel 2014 hanno ottenuto risultati molto positivi: in particolare, Foster ha fatto registrare aumenti delle quote di mercato in tutti i 47 mercati in cui è presente e con Nexthaler e marchi collegati ha generato vendite complessive per oltre 420 milioni di euro, in crescita del 24% circa rispetto al 2013. Curosurf (175 milioni di euro) mostra invece fatturati in aumento dell’8,1% rispetto al 2013 e Clenil (171 milioni) del 5,1%.

(Visited 14 times, 1 visits today)
LA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti per non perderti gli ultimi dati del mercato della farmacia