Influenza in arrivo, vaccino e Otc la ricetta

Saranno 3 o 4 i virus protagonisti della stagione influenzale 2015-2016, cui va ovviamente aggiunto il solito stuolo di adenovirus, coronavirus, enterovirus e infine virus parainfluenzali, simili solo di nome a quelli che causano la vera influenza. E’ il quadro che arriva dall’incontro organizzato il 29 settembre a Milano da Assosalute, l’associazione che riunisce i produttori di farmaci di automedicazione. «Quest’inverno» ha spiegato Fabrizio Pregliasco, ricercatore del dipartimento di Scienze biomediche per la salute dell’Università degli Studi di Milano «ci aspettiamo quattro ondate virali: il già noto A/H1N1 California, un virus di origine svizzera, l’A/H3N2, un virus B/Phuket e, forse, anche un altro virus B/Brisbane. In ogni caso, le previsioni dicono che la prossima stagione influenzale sarà di intensità media, 4-5 milioni di casi, e l’effettiva diffusione dipenderà anche dall’andamento delle temperature».


La vaccinazione preventiva rimane la difesa più efficace per le categorie a rischio, ossia gli anziani sopra i 65 anni e i malati cronici per i quali l’influenza potrebbe determinare complicanze. Rispetto alla profilassi, i farmaci di automedicazione possono diventare un opportuno intervento complementare. Gli Otc, è il messaggio di Assosalute, possono infatti aiutare a gestire autonomamente i disturbi di raffreddore, tosse, mal di gola e febbre, senza rinunciare però alla visita del medico se i sintomi non dovessero migliorare entro 5-6 giorni. E sono vendibili senza ricetta medica perché nel loro ampio uso si sono dimostrati sicuri ed efficaci e sono riconoscibili da un bollino rosso sorridente posto sulla confezione.

(Visited 17 times, 1 visits today)
LA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti per non perderti gli ultimi dati del mercato della farmacia