PharmAdvances, una nuova rivista per l’eccellenza in farmacologia

PharmAdvances, una nuova rivista per l’eccellenza in farmacologia

Favorire la divulgazione della ricerca scientifica in farmacologia, ampliare l’orizzonte di questa disciplina scientifica e incoraggiare la ricerca trans-disciplinare di alta qualità: questo lo scopo della nuova rivista in lingua inglese PharmAdvances (www.pharmadvances.com), testata della Società italiana di farmacologia (Sif), edito da Edra, il cui numero zero è online da pochi giorni.

L’e-journal della Sif, open access

L’e-journal è open access per garantire accessibilità, condivisione e confronto sul versante delle nuove frontiere della farmacologia. Si tratta di una pubblicazione destinata a un pubblico internazionale di farmacologi e clinici.

«La Sif è una delle più antiche società farmacologiche al mondo», spiega il presidente Alessandro Mugelli, ordinario del dipartimento di Neuroscienze, area del farmaco e salute del Bambino, Università di Firenze. «PharmAdvances è profondamente radicato alla tradizione della società e, allo stesso tempo, ha l’intento visionario di abbracciare l’intera durata della vita di un farmaco, dalla sua scoperta e sviluppo fino alla valutazione pre-e post- marketing, compresi gli aspetti etici associati. In un certo senso, PharmAdvances costituirà un forum aperto per la presentazione di risultati sperimentali di alta qualità e per discutere questioni legate allo sviluppo di farmaci e all’uso di terapie, all’accessibilità e alla sostenibilità».

In ogni numero, con cadenza quadrimestrale, saranno pubblicati articoli rigorosamente sottoposti a peer review e verranno trattati tutti gli aspetti della farmacologia all’interno di quattro sezioni tematiche: farmacologia preclinica, farmacologia clinica, scoperta di nuovi farmaci, etica.

La rivista accoglierà articoli di ricerca, opinion paper, review e poster. L’editor in chief  Luca Pani, ordinario di Farmacologia all’Università di Modena-Reggio Emilia e di Psichiatria Clinica all’Università di Miami (ed ex dg dell’Aifa), lancia un invito ai ricercatori che desiderano contribuire a promuovere la ricerca farmacologica ed elevarla a livelli internazionali d’eccellenza: «Lo scopo di questa rivista è aggiornare e informare gli esperti su tutti i passaggi del processo di ricerca e sviluppo dei farmaci, dall’ideazione del design di prodotto fino alla gestione degli accordi per la loro rimborsabilità. Oggi gli studiosi di farmacologia devono confrontarsi su una serie incredibile di compiti e versanti innovativi e questo è sicuramente un utile strumento di confronto e di miglioramento».

«PharmAdvances è l’ultima iniziativa del percorso intrapreso da Edra per promuovere e valorizzare l’eccellenza scientifica italiana», spiega Ludovico Baldessin, Chief Business & Content Officer di Edra. «L’eccellenza quali-quantitativa, a livello mondiale, nelle ricerca scientifica, per numero di pubblicazioni e Impact Factor medio, rappresenta una preziosa e distintiva risorsa del Paese su cui Edra intende continuare a investire e promuovere strategie evolutive di sistema».

Nell’indice del numero zero troviamo: “Radical singularities and future of Pharmacology” di L. Pani; “The Italian Society of Pharmacology” di A. Mugello; “Interview with the Editor In Chief Luca Pani”; “New Drugs?” di G. Pellegrini; “Neuroethics, the essential partner of neuroscience to face the burden of brain disorders”, di M. Leonardi; “Polypharmacology of carbonic anhydrase inhibitors”, di C. T. Supuran, A. Mugelli.

(Visited 5 times, 1 visits today)