GDO: il virus torna a circolare, il carrello sale

GDO: il virus torna a circolare, il carrello sale

La ripresa dei contagi già registrata nel mese di settembre porta a inevitabili conseguenze sui comportamenti di consumo anche nella GDO.

Il report mensile di IRI di settembre (che tuttavia ancora non riporta gli effetti delle misure restrittive imposte a ottobre) fotografa una situazione di rinnovata cautela da parte degli italiani.

Infatti le vendite dei prodotti di Largo Consumo nella distribuzione moderna si mostrano ancora vivaci e anzi segnano il terzo valore più alto in termini di crescita durante quest’anno

 

 

Una vivacità che riguarda sia la componente alimentare (segno di una quota significativa di pasti fuori casa trasferiti fra le mura domestiche) sia soprattutto i prodotti per la sanificazione degli ambienti e per la protezione personale.

La domanda alta per i prodotti per la sanificazione degli ambienti e per la protezione personale spingono anche i negozi specializzati Casa e Persona che si confermano il canale più dinamico.

Le categorie del parafarmaceutico (soprattutto i igienizzanti mani), dei saponi, dell’igiene personale (salviettine) e l’insetto repellenti sospingono le vendite del reparto.

 

 

 

 

I prezzi restano deboli e l’attività promozionale di prezzo ripiega leggermente dopo i recuperi dei mesi scorsi, in coincidenza con la ripresa del tono della domanda. Un’altra tendenza registrata nell’ultimo mese, come mostrano i grafici è quella relativa alla Marca Industriale che torna a crescere più della MDD sia nelle vendite a valore che nei volumi.

 

 

 

 

 

Per quanto riguarda i prezzi, il calo della pressione riscontrata a settembre è quasi interamente ascrivibile ai Marchi del Distributore.

 

 

Vediamo poi che l’offerta a scaffale si riduce in tutti i formati distributivi a eccezione del Discount (in crescita) e dei Supermercati che tengono i livelli della controcifra 2019.

Gli assortimenti di Marche Industriali e Marche del Distributore si stabilizzano su livelli più bassi rispetto al corrispettivo dell’anno scorso, seguendo ancora un profilo evolutivo simile.

 

 

 

 

 

(Visited 131 times, 1 visits today)