Farmacia: una settimana positiva ma la vera ripresa non c’è

Farmacia: una settimana positiva ma la vera ripresa non c’è

Trend positivi per il mercato farmacia nella settimana 20-26 aprile. Sette giorni che includono anche il 25 aprile quest’anno caduto di sabato. È la fotografia del consueto monitoraggio settimanale di New Line Ricerche di mercato, ma si tratta di un risultato che non è tuttavia da imputare a una ripresa sostanziale della domanda, ma piuttosto al confronto con la settimana equivalente del 2019 che si era caratterizzata in modo abbastanza particolare. Infatti, nello stesso periodo dell’anno scorso, il calendario aveva incluso il lunedì di Pasquetta e il 25 aprile era coinciso con un giovedì, determinando meno giorni di apertura e possibili ponti sia per i consumatori che per le farmacie. Quindi la ripresa a cui assistiamo è soprattutto dovuta al confronto con una settimana del 2019 che aveva comportato un giro d’affari ridotto a causa delle festività, come dimostra il trend registrato per giornata lavorativa, che ha segno negativo (-9,7% le confezioni complessivamente vendute) e che è in linea con i risultati delle precedenti settimane di aprile.

L’andamento del globale della settimana è la conseguenza di un recupero della componente Etica, che cresce del +21,8% sulla settimana e perde solo il -2,6% per giornata lavorativa, un calo comunque inferiore rispetto alle altre settimane di aprile e di un calo marcato del Commerciale. Quest’ultimo perde il -19,4% per giornata lavorativa, risultato che porta la settimana del 16 aprile a essere allineata (+0,7%) ai risultati dello scorso anno, che però come sappiamo erano stati influenzati negativamente da festività e ponti.

Globale

Etico

Automedicazione

Cattive notizie per l’Automedicazione: un giro d’affari che nella settimana perde il -9,4% rispetto al 2019 e, se consideriamo il trend per giornata lavorativa, registra un calo che arriva al -27,5%, il peggiore registrato nel periodo dell’emergenza Covid. Il motivo? Si tratta di un mercato che sta risentendo in maniera importante delle scorte fatte nei primi periodi dell’emergenza.

Mascherine facciali

Non si arresta al contrario il trend positivo delle mascherine e degli igienizzanti. I risultati sono molto positivi se confrontati alla stessa settimana del 2019, anche se inferiori rispetto a quelli delle settimane precedenti di aprile.

Igienizzanti mani

Immunostimolanti

Gli italiani sono meno concentrati nel rafforzare il sistema immunitario per proteggersi dal virus? Può essere: in effetti è evidente il rallentamento dei mercati legati al rafforzamento del sistema immunitario, anche considerando il confronto con lo stesso periodo del 2019, influenzato negativamente dal calendario. E i trend positivi si sono ridotti anche rispetto alle settimane precedenti di aprile.

Vitamina C

Dermocosmetica

E le nubi si addensano ancora sul mercato della Dermocosmetica che continua a risentire dell’emergenza Covid e del contingentamento dell’accesso in farmacia. Infatti i risultati sono in linea con lo stesso periodo del 2019, settimana tuttavia negativa, come abbiamo detto in precedenza, per colpa del calendario. La sofferenza del mercato si evidenzia in maniera molto marcata quando si analizza il trend per giornata lavorativa, in calo del -20,2%. Si tratta di risultati allineati con quelli di un mese fa, segno che il mercato fatica a riprendersi. Per quanto riguarda l’andamento della componente dei Trattamenti Viso vediamo che è in linea con i risultati nel totale comparto.

Trattamenti viso

(Visited 1.246 times, 1 visits today)