Farmacie: nell’ultima settimana le vendite frenano ancora

Farmacie: nell’ultima settimana le vendite frenano ancora

Le code davanti alle farmacie della fine di febbraio e delle prime settimane di marzo sono ormai un ricordo. Un’evidenza sotto gli occhi di tutti che trova conferma nei risultati delle vendite, come si vede nel consueto report settimanale di New Line Ricerche di Mercato che continua a monitorare i mercati più impattati dal Coronavirus.

Che cosa è successo nell’ultima settimana? Dopo il repentino rallentamento della settimana precedente, nell’ultima settimana (22-29 marzo) si conferma il trend negativo delle vendite, in frenata rispetto alle settimane precedenti ma anche rispetto ai dati del 2019. Il globale della farmacia perde infatti il -3,8% rispetto alla stessa settimana del 2019. L’etico, al contrario, continua a mostrare un trend positivo, sempre trainato sia dai prodotti per le principali terapie croniche che da quelli per le sindromi influenzali, ma non fa numeri eccezionali: i volumi di vendita realizzati nella settimana sono molto in linea con quelli dello scorso anno (+0,9%). A impattare negativamente sul dato globale, è in larga parte il Commerciale, che nell’ultima settimana ha perso l’11% in termini di volumi complessivi.

Globale

 

Etico

 

Automedicazione

Continua il trend negativo dell’Automedicazione, che in questa settimana registra un notevole calo rispetto alla stessa settimana del 2019. Le categorie di prodotti che sembrano impattare maggiormente sulla dinamica di questa ultima settimana sono i multivitaminici e i prodotti per il sistema respiratorio, categorie in crescita fino alla scorsa settimana e su cui si comincia a sentire il peso delle scorte fatte nelle scorse settimane.

 

Mascherine facciali

Ancora molto bene invece per mascherine ed igienizzanti, rispetto alla stessa settimana del 2019. Le mascherine registrano un trend in crescita anche rispetto alla settimana precedente, e il motivo potrebbe essere che è in via di risoluzione il problema degli scarsi approvvigionamenti. Per quanto riguarda gli igienizzanti mani, vediamo che si posizionano su livelli assoluti un po’ inferiori rispetto alla settimana 15-22 marzo.

 

 

Igienizzanti mani

Immunostimolanti

Sul fronte del rafforzamento del sistema immunitario ancora trend molto positivi per immunostimolanti e vitamina C, che tuttavia registrano dinamiche diverse. Gli immunostimolanti infatti rallentano ancora la loro crescita, dopo il picco della settimana del 15 marzo. Mentre la vitamina C si mantiene sui livelli della scorsa settimana.

 

 

Vitamina C

Dermocosmetica

Gli italiani sembrano aver preso alla lettera le indicazioni di recarsi in farmacia solo per acquisti essenziali. Nella settimana 15-22 marzo avevamo assistito a un crollo importante per la dermocosmetica. E in questa settimana non c’è stato nessun recupero, ma si registra una sostanziale stabilità. I livelli delle vendite nella settimana 22-29 marzo non hanno proseguito nel loro calo ma si sono assestati, seppur su livelli molto più bassi di quelli delle corrispondenti settimane del 2019.

 

 

Trattamenti viso

 

 

 

 

 

 

(Visited 2.269 times, 1 visits today)