Pharmaretail

Monitor Stagioni

Arriva Monitor Stagioni in real time per farmacie e aziende

Viki Nellas   |  6 giugno 2018

Come evolvono gli acquisti degli italiani in farmacia nelle diverse stagioni? Un nuovo osservatorio descrive l’andamento delle vendite in tempo reale in rapporto alle medie settimanali degli ultimi due anni solari.

Questa rubrica è curata da New Line Ricerche di Mercato e si basa sul nuovo servizio di monitoraggio Flash4DATA che descrive i mercati e le loro tendenze stagionali.

La misurazione si avvale dell’indice di stagionalità e riguarda un paniere di prodotti le cui performance sono particolarmente influenzate dalla stagione e dai bisogni che ad essa afferiscono.

L’analisi delle vendite stagionali è fondamentale sia per le aziende sia per le farmacie perché rappresentano una fetta molto importante del fatturato e generano traffico.

Inoltre, il monitoraggio costante dell’indice segnala l’inizio della stagione e aiuta a gestire al meglio gli approvvigionamenti, la comunicazione e le promozioni.


L’indice di stagionalità

Ha come riferimento le vendite medie settimanali in termini di pezzi degli ultimi due anni solari. Il monitoraggio inizia quando l’indice supera i 110 punti.


La stagione estiva

La stagione estiva è cominciata. Solari, Sali Minerali e Insettorepellenti sono categorie che rispondono a bisogni specifici di questa stagione pur con dinamiche diverse tra loro. Vediamo nel dettaglio il loro andamento.



Dati aggiornati a domenica 3 giugno 2018



Il monitoraggio dei solari parte dalla seconda settimana di aprile.
La stagione parte con maggiore intensità rispetto agli anni precedenti, complice anche la settimana del 25 aprile mentre nel mese di maggio il mercato rallenta.

   
Il monitoraggio dei salini parte dalla terza settimana di maggio.
La stagione dei salini parte in ritardo rispetto ai solari, la primavera piovosa certamente non ha aiutato. Nelle prime tre settimane la stagione segna un trend negativo.

   
Il monitoraggio degli insettorepellenti parte dalla terza settimana di maggio.
La prima settimana di giugno risulta la più alta degli ultimi 3 anni ma non compensa l’avvio più lento.