Hippocrates: Davide Tavaniello e Rodolfo Guarino mettono a segno importanti novità

Hippocrates: Davide Tavaniello e Rodolfo Guarino mettono a segno importanti novità

Che la corsa di Davide Tavaniello e Rodolfo Guarino (nella foto), coCEO di Hippocrates, piattaforma di farmacie indipendenti con una rete di oltre 120 farmacie di proprietà concentrate nelle regioni dell’Italia centro-settentrionale, fosse solo all’inizio c’erano pochi dubbi.

Dal 2018, anno della creazione della società ad oggi, i due fondatori non si sono mai fermati, né hanno intenzione di rallentare, come raccontano a PharmaRetail: «I nostri piani sono ambiziosi. Prevediamo un continuo investimento nelle regioni in cui siamo presenti nel nord Italia e un potenziale allargamento ad altre regioni nel nord/centro italia. Puntiamo a raddoppiare la nostra presenza entro il 2022 e a mantenere un tasso di crescita simile per i prossimi cinque anni».

La novità più recente, che risale a pochi giorni fa, è l’ingresso di Antin Infrastructure Partners come partner strategico di lungo termine. Con il closing dell’operazione, prevista per il primo trimestre del 2021, Antin avrà una quota di circa l’80% del gruppo, acquisita da privati, imprenditori e alcuni family office, mentre gli attuali azionisti avranno circa il 20%. Gli Advisor del Deal per quanto riguarda Antin sono Cassiopea Partners, Citi, White&Case, Bonelli Erede, Bain, GL, Analytic, EY, EFM e AON, mentre per Hippocrates Mediobanca, Deutsche Bank, Latham & Watkins, NTCM, PwC, Cornelli Gabelli e Associati e Studio Rinaldi.

Tavaniello e Guarino manterranno l’attuale ruolo di amministratori delegati. E, insieme ad alcuni degli attuali azionisti italiani continueranno a far parte dell’azionariato del Gruppo. Per quanto riguarda la composizione del restante 20% di azionisti, i due fondatori precisano a PharmaRetail: «Gli altri azionisti non sono ancora definiti: l’offerta è pro-quota e rivolta a tutti. Se qualcuno non dovesse reinvestire, gli altri possono acquisire una quota maggiore».

Nel comunicato stampa in cui hanno annunciato l’ingresso di Antin, Tavaniello e Guarino, si sono dichiarati entusiasti di collaborare con la società indipendente, leader nel settore delle infrastrutture con sedi a Parigi, Londra, New York: «grazie a questo accordo, Hippocrates continuerà a migliorare la qualità dei servizi che offre ai pazienti per soddisfare pienamente le loro esigenze sanitarie, promuovendo al contempo l’innovazione nel settore. Questa partnership strategica riflette pienamente gli obiettivi di lungo termine dell’azienda”. Angelika Schöchlin, Senior Partner di Antin Infrastructure Partners,ha commentato: «Siamo lieti di poter collaborare con imprenditori italiani di successo come Davide e Rodolfo per sostenere la prossima fase di sviluppo di Hippocrates».

Con il supporto di Antin Infrastructure Partners, Hippocrates entra in una nuova fase di sviluppo. Il piano di crescita sarà incentrato su un ulteriore ampliamento della rete e sull’erogazione di nuovi servizi per i pazienti, con l’obiettivo di rendere il gruppo leader nazionale nell’offerta di servizi nel suo settore.

Sempre in questi ultimissimi giorni, mentre si chiudeva l’importante accordo con Antin, un’altra farmacia è entrata a far parte del gruppo. Si tratta della storica farmacia Celli di Via Roma, a Prato ora ufficialmente nella catena Lafarmacia, brand della società Hippocrates. La famiglia Brandi, proprietaria al 49%, continuerà a gestire il punto vendita, insieme al personale.

La farmacia è stata però completamente rinnovata secondo lo stile del brand Lafarmacia che ha inaugurato il suo flagship store nel centro di Milano solo a giugno, con banconi aperti, spazi dedicati al consiglio del farmacista e un’ampia area dedicata ai servjzi, particolarmente importanti in questa delicata fase storica.

(Visited 632 times, 5 visits today)