Commercio al dettaglio e App, un binomio vincente

Commercio al dettaglio e App, un binomio vincente

La catena di distribuzione americana Walmart ha introdotto una App attraverso la quale i consumatori possono ordinare le merci non immediatamente disponibili, direttamente nel punto vendita. Nota con il nome di  Dotcom Store l’applicazione permette a commessi e gestori di ordinare i prodotti non  disponibili in negozio per conto dei clienti attraverso il loro dispositivo mobile. I clienti potranno così accedere a una gamma molto più vasta di quella del negozio  e pagare in diverse modalità. Il nuovo servizio fa parte di una serie di App a disposizione dei gestori dei punti vendita per offrire al pubblico un servizio sempre migliore.

Il sistema

L’App Dotcom Store è direttamente integrata al sito di e-commerce dell’azienda, per cui i gestori possono cercare le merci fuori stock. I clienti possono quindi scegliere di avere la merce recapitata a casa oppure di ritirarla presso il punto vendita in un secondo momento, gratuitamente. I clienti pagano con contanti, assegno e carta di credito, una ricevuta o una mail può essere presentata al punto vendita nel caso di ritiro successivo.

Altre App includono PlanIT, attraverso la quale i gestori sono sempre aggiornati sugli annunci provenienti dall’azienda e dai magazzini; Receiving App, che indica le merci consegnate al punto vendita; e Downstock App, che tiene i gestori aggiornati in merito alle merci disponibili sugli scaffali.

Non mancano supporti per tenersi informati sui necessari aggiornamenti di prezzo dei prodotti,  per avere informazioni in tempo reale circa gli eventuali esaurimenti delle scorte o per verificare la performance del negozio rispetto all’anno precedente, e separatamente per categoria merceologica.

Tutti questi strumenti permettono ai gestori di svolgere varie attività di routine direttamente da un dispositivo mobile. Dal momento in cui un prodotto arriva nel magazzino a quello in cui un consumatore lo trova sullo scaffale, un ecosistema di dati fornisce ai gestori la possibilità di aumentare la conoscenza del proprio mercato, e prendere decisioni velocemente.

Si tratta di un modello pensato per la grande distribuzione, ma è interessante sapere che dietro alla diffusione di questi strumenti c’è l’obiettivo di consentire ai commercianti di avere una maggior padronanza e consapevolezza circa il proprio lavoro.

(Visited 1 times, 1 visits today)