Black Friday, non è sempre così efficace

Black Friday, non è sempre così efficace

Il Black Friday, giornata che dà il via alle spese natalizie importata dall’America e che segue il Giorno del Ringraziamento, è davvero efficace in termini di vendite e adatta a tutti gli esercizi?


Vendite e previsioni

Una recente ricerca di Deloitte condotta in questi giorni su un campione di 1200 persone rappresentativo della popolazione americana dice che il 70% degli intervistati farà spese in questa occasione sia online (50%) sia nei negozi (70%) con una spesa di 420 dollari nel periodo dal Ringraziamento al Cyber Monday che è ritenuto il giorno con una spesa maggiore in assoluto.

Steven Barr, esperto dei consumi di PwC e collaboratore di Forbes dichiara al The Washington Post: «Il Black Friday ha perso il suo significato, i retailer hanno portato il consumatore a credere che tutto sia sempre in saldo…». Oltre a questo, bisogna considerare che le promozioni di Natale sono state spesso anticipate anche prima del Black Friday.

La partecipazione all’evento commerciale da parte dei retailer sembra in calo secondo una ricerca di PwC: pari al 35% nel 2017, contro il 51% nel 2016 e il 59% nel 2015.

Un’indagine di PwC in Inghilterra rivela che il Black Friday è probabilmente arrivato al suo punto di flessione. Molti retailer britannici hanno affermato pubblicamente che non parteciperanno alle promozioni in questa occasione e che preferiscono investire in promozioni cicliche durante l’anno.


Black Friday istruzioni d’uso

Da qualche anno anche molte farmacie aderiscono al Black-Friday. Scelta giusta o sbagliata? Non esiste una risposta univoca.
Ecco alcune semplici domande che sarebbe opportuno porsi:

  • qual è la finalità della promozione (ad es. allargare il bacino d’utenza, reclutare nuovi clienti, abbassare le giacenze di prodotti)?
  • a quale tipologia di clientela voglio indirizzare la promozione?
  • la promozione è globale o focalizzata su specifiche categorie/marche ?
  • il messaggio contenuto nella mia comunicazione è completamente chiaro o potrebbe creare degli equivoci fonte di possibili conflitti con il cliente?
  • quali sono gli strumenti di comunicazione da adottare per informare la clientela (ad es. cartelli vetrina, volantini, newsletter, sito, Face-book)?
  • quali sono le interazioni con l’eventuale carta fedeltà (i punti sono assegnati anche in questa giornata)?
  • quali obiettivi di incremento di ingressi in farmacia, di fatturato e di marginalità mi pongo?
  • ci sono dei rischi che la promozione influenzi negativamente l’immagine che la farmacia comunica abitualmente alla clientela?



Infine, come per ogni attività promozionale, ricordiamoci di misurare i risultati conseguiti.