Brescia, la badante si cerca in farmacia

Brescia, la badante si cerca in farmacia

In famiglia c’è bisogno di una badante qualificata e nessuno sa dove cercarla? Se si risiede nel bresciano, si può andare in farmacia. Nei giorni scorsi, infatti, Federfarma provinciale, Ordine dei farmacisti e Teleserenità (società vercellese specializzata nell’assistenza domiciliare) hanno sottoscritto un protocollo di collaborazione diretto a offrire alla clientela un nuovo servizio di consulenza e orientamento. Chi ha bisogno di una badante per un parente anziano o disabile non deve fare altro che recarsi in farmacia e spiegare le proprie necessità; la segnalazione viene girata a Teleserenità che seleziona tra i suoi operatori l’assistente più qualificato. In cambio di un compenso per ogni contratto firmato, inoltre, la farmacia assicurerà un controllo “discreto” sull’operato delle badanti, con eventuale segnalazione alla società in caso di lamentele o inadeguatezze. «Quando Teleserenità ci ha contattato per proporci il servizio» spiega Clara Mottinelli, presidente di Federfarma Brescia «abbiamo subito colto la rilevanza sociale della proposta. Capita spesso che la gente si rivolga alla farmacia perché ha bisogno urgente di una badante, anche solo per una sostituzione temporanea o perché la precedente se n’è andata da un giorno all’altro. Una volta accertata la serietà del provider, abbiamo subito firmato».

(Visited 16 times, 1 visits today)
LA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti per non perderti gli ultimi dati del mercato della farmacia