A Cosmetics Europe Week 2017 focus sul consumatore

A Cosmetics Europe Week 2017 focus sul consumatore

Bruxelles, 13-16 giugno 2017, in occasione della Cosmetics Europe Week 2017, è stato presentato uno studio sul consumatore commissionato a Third-I, condotto su 4.000 persone di 10 Paesi Europei e di ogni età sulla percezione e sull’uso dei prodotti cosmetici e di cura della persona nella quotidianità.


I principali esiti dello studio

«Con un mercato del valore di €77 bilioni e con circa 2 milioni di lavoratori sull’intera catena del valore europea, l’industria dei cosmetici e dei prodotti per la cura della persona è un importante contributo all’economia dell’Europa. Il mercato dei cosmetici europeo è il più grande al mondo. Ma il nostro contributo non si limita all’economia. I nostri prodotti sono importanti per i consumatori europei – 71% di coloro che hanno partecipato all’indagine considerano questi prodotti importanti o molto importanti per la loro vita quotidiana» ha commentato John Chave, Direttore Generale di Cosmetics Europe.

«E non solo. I cosmetici e i prodotti per la cura della persona migliorano la qualità della vita – ciò è quanto il 72% dei consumatori afferma parlando dei prodotti che usa. Essi hanno individuato la buona salute e l’igiene personale come i principali fattori per la qualità della vita – ancor più della stabilità finanziaria o di un lavoro soddisfacente» ha aggiunto Loïc Armand, Presidente di Cosmetics Europe.


I prodotti più conosciuti dal consumatore

In prima battuta gli intervistati hanno individuato quali secondo loro sono i prodotti cosmetici e di cura della persona. Dalle risposte sono emerse le categorie: solari, make-up, prodotti per la cura della pelle, profumi, prodotti per la cura del corpo, prodotti per la cura del cavo orale e prodotti per capelli.

Si osservano alcune peculiarità di area geografica: nelle regioni meridionali d’Europa, l’importanza si accentua sui solari. Anche il genere influisce sulle opinioni: gli uomini considerano di maggiore importanza per la cura della persona i prodotti per la cura e igiene orale, i prodotti per la cura del corpo e a seguire per i capelli. Poca importanza viene attribuita dal sesso maschile al trucco.

Anche le donne stimano più importanti gli stessi prodotti ma con percentuali più elevate e con una percentuale maggiore per i prodotti per la cura della pelle. La loro visione dei diversi segmenti non esclude il trucco che, anzi, registra un’alta percentuale tra i prodotti stimati importanti per la vita di tutti i giorni.


La relazione tra prodotti cosmetici e di cura della persona e l’autostima

Secondo l’80% del campione di consumatori intervistati, in ogni classe di età, questi prodotti influiscono positivamente anche sull’autostima e sulle relazioni sociali e secondo il 60% aiutano a interagire con gli altri nel modo desiderato. Questo aspetto diventa ancora più importante per i teenagers. Uno studio di IKW, the German Cosmetic, “Youth Undisguised” su questo particolare pubblico, mostra infatti come il 73% dei teenagers considerano il corpo e la cura della bellezza molto importanti e come il bell’aspetto sia una leva per sentirsi accettati, sicuri e in controllo delle proprie emozioni.


L’innovazione e informazione nell’industria cosmetica

In un’industria guidata dalla ricerca scientifica e caratterizzata da un ritmo di sviluppo elevato teso alla soddisfazione delle attese dei consumatori, questi ultimi considerano l’innovazione in funzione della qualità dei prodotti e della loro efficacia.

In termini di accesso alle informazioni di prodotto, il 68% degli intervistati asserisce di non avere difficoltà. Le principali fonti di informazione sono il packaging, i siti web, gli amici o la famiglia, la comunicazione del brand, la stampa, la pubblicità, il personale addetto alla vendita, i social media, gli specialisti della salute, i parrucchieri, le estetiste, i blog,

L’influenza esercitata dalle fonti è variabile a seconda dell’età: gli over 65 e le persone di mezza età guardano il packaging, i siti web e seguono il consiglio di amici o famiglia e danno maggiore rilevanza degli altri agli specialisti della salute. I giovani di età tra i 16 e 24 sono influenzati dal maggior numero di fonti, per loro più che per gli altri contano i social media e i blog.


Le conclusioni

In sostanza si dimostra una relazione positiva tra consumatori (di ogni fascia di età e di entrambi i sessi) e prodotti cosmetici e di cura della persona che testimonia la progressiva presa in carico del proprio benessere da parte delle persone. L’industria da parte sua può giocare un ruolo determinante nel favorire una migliore qualità della vita delle persone soprattutto per gli over 60, operando a livello di prevenzione e contribuendo a soddisfare il desiderio di rimanere più a lungo attivi e sani.


Cosmetics Europe

Cosmetics Europe è l’associazione di categoria europea con oltre 50 anni di storia dell’industria dei prodotti cosmetici e per la cura della persona che rappresenta oltre 4500 industrie, tra grandi, piccole

(Visited 39 times, 1 visits today)
LA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti per non perderti gli ultimi dati del mercato della farmacia