A febbraio l’influenza in calo e il calendario determinano trend negativi

A febbraio l’influenza in calo e il calendario determinano trend negativi

A febbraio il mercato della farmacia ha registrato trend negativi sia a livello globale, con un -5% a fatturato e un -7% a pezzi, che nei due principali ambiti di attività. Il farmaco etico, infatti, ha perso il -4,6% a fatturato e il -6,1% a pezzi mentre l’ambito commerciale ha registrato una perdita anche superiore, che raggiunge il -5,7% a fatturato e il -8,5% in termini di volumi complessivi di vendita. Questi andamenti sono legati, in parte, all’assenza di patologia influenzale che nel 2016, invece, si era principalmente manifestata a febbraio e, dall’altra, alla dinamica del calendario che ha comportato un giorno di apertura in meno rispetto allo stesso mese dello scorso anno.


Tab1


A febbraio il numero di ingressi complessivi è calato in misura considerevole rispetto allo scorso anno (-6,7%), sia a causa del minor afflusso in farmacia, come si osserva dalla riduzione degli scontrini medi per giorno lavorato, sia per il giorno lavorativo in meno rispetto al febbraio del 2017. Le performance medie dei singoli ingressi, sia in termini di fatturato che di pezzi, sono tendenzialmente stabili rispetto allo scorso anno.

(Visited 34 times, 1 visits today)

L’ANDAMENTO DEL FARMACO

Il trend negativo del farmaco etico è stato determinato, contrariamente rispetto a quanto di solito accade, sia dai risultati negativi del farmaco di marca, in calo del -5,2% a fatturato e del -6,9% a pezzi, che da quelli del farmaco generico, che ha perso l’1,1% a fatturato e il -3,4% a pezzi.

Il farmaco di autocura ha risentito in misura anche maggiore dell’assenza di patologia influenzale, registrando una riduzione del giro d’affari complessivo del -10% a fatturato e del -13,7% a pezzi. In particolare si osserva un trend del -13,7% a valori e del -17,3% a volumi per i prodotti SOP mentre gli OTC sono calati dell’8,6% a valori e del -12,1% a volumi.



graf1

(Visited 34 times, 1 visits today)

L’ANDAMENTO DEL PARAFARMACO

A febbraio 2017, contrariamente a quanto generalmente osservato, si registrano perdite anche nel mondo del parafarmaco che realizza un -4,3% a fatturato e un -6,2% a pezzi.

Con l’eccezione del segmento dei dispositivi per la protezione degli apparati, in crescita del 5,8% a fatturato e del 2,8% a pezzi, tutti gli altri ambiti del parafarmaco hanno registrato segni negativi. I mercati che hanno meglio resistito al generale andamento negativo sono quelli degli integratori (-0,6% a fatturato e -3% a pezzi), quello della veterinaria (-1,4% a fatturato e -2,3% a pezzi) e quello della fitoterapia (-3,7% a fatturato e -6,7% a pezzi). Per il resto le perdite sono di dimensione sempre maggiore: i prodotti di dermocosmesi e igiene sono calati del -7,5% a fatturato e del -8,7% a pezzi, i sanitari del -7,8% a fatturato e del -6,2% a pezzi e i presidi in convenzione del -7,4% a fatturato e del -4,9% a pezzi. I restanti ambiti, sempre in perdita, sono quelli degli alimenti e dietetici (-5,3% a valori e -9,6% a volumi) e dell’omeopatia (-14,8% a valori e -16,9% a volumi).



graf2

 

(Visited 34 times, 1 visits today)
LA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti per non perderti gli ultimi dati del mercato della farmacia