Abbronzanti, anno “nero” anche nel largo consumo

Abbronzanti, anno “nero” anche nel largo consumo

Il 2014 è stato un anno “nero” per gli abbronzanti anche nei canali del largo consumo. E’ la valutazione che arriva da un articolo pubblicato sul numero di aprile di Nielsen Insights, la newsletter della società di ricerche. La categoria degli abbronzanti chiude il 2014 con un trend a volume del -4,9% e a valore del -6,1%, con un calo del numero medio di referenze vendute del 6,6 (-0,4).


Osservando gli abbronzanti dal punto di vista geografico, il dato che emerge riguarda l’aumento del peso in termini di Sales Location dell’Area 4 (Italia del sud: 21,4%, a volume +0,7 punti; 21%  a valore). Questa evidenza è frutto di una flessione inferiore rispetto a quella mostrata nelle regioni del Centro-Nord. Inoltre, si assiste ad un calo generalizzato del prezzo medio (8,62 euro/Lt; -1,8%) che interessa tutte le Aree, prevalentemente generato da un diverso mix di canalizzazione rispetto allo scorso anno. La riduzione di prezzo media è di circa 20 cent. €/Lt, tranne in Area 2 (Nord-est più Emilia Romagna) dove si registra un prezzo medio di 8,41 €/L (-11 cent. €/Lt; -1,3%).


Scendendo nel dettaglio dei canali, l’Iper+Super veicola il 61,1% (-1,3 punti) dei volumi e il 66,2% (-1 punto) dei valori. E’ anche da registrare che il canale è interessato da una diminuzione del prezzo medio che si attesta a 9,34 €/Lt (-11 cent. €/Lt; -1,2%), e da un’intensità promozionale pari a 33,5% (+0,3 punti), che non sembra contribuire alle vendite, visti i trend negativi di Iper+Super (-6,4% a volume; -7,5% a valore). In questo contesto, il Discount appare in ottima salute, registrando variazioni positive sia a volume (+19,9%) che a valore (+37,4%); grazie a questa accelerazione il Discount aumenta il proprio peso in termini di Sales Location, veicolando il 10,4% dei volumi (+2,1 punti) e il 5,8% dei valori (+1,8 punti). Da sottolineare, fra l’altro, come il Discount vede aumentare il prezzo medio (4,85 €/Lt; +14,7%) grazie a un’offerta a maggiore valore aggiunto, e a fronte di un’intensità promozionale molto bassa (2,6%), e in diminuzione (-3,3 punti).

Il mercato degli abbronzanti non sembra risentire dell’effetto “Drug Stores”, che sta caratterizando il mondo del personal care; infatti, il canale segna un andamento stabile a volume (+0,4%) e negativo a valore (-1,3%). Il Drug Store mantiene comunque un ruolo di rilievo nella categoria, essendo il secondo canale per Sales Location (20,7% a volume; 18,5% a valore). Inoltre, il prezzo medio diminuisce (7,68 €/Lt; -1,7%), mentre l’intensità promozionale risulta in crescita (18,1%; +3,5 punti).

(Visited 6 times, 1 visits today)
LA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti per non perderti gli ultimi dati del mercato della farmacia