Altroconsumo all’Aifa: rivedere la nota 13

Altroconsumo all’Aifa: rivedere la nota 13

L’Aifa modifichi la nota 13 che pone a carico del Ssn farmaci come l’ezetimibe, dall’efficacia incerta ma dall’onerosità indubbia per la spesa pubblica. E’ quanto chiede Altroconsumo in una lettera inviata nei giorni scorsi all’Agenzia. A preoccupare l’associazione dei consumatori, in particolare, è il fatto che la nota, allargando le categorie di pazienti considerati a rischio cardiovascolare, accresce il consumo di statine ad alta potenza e di ezetimibe, «farmaci» spiega Altroconsumo in un comunicato «per i quali non esistono ad oggi evidenze cliniche rilevanti di efficacia». Le note, prosegue l’associazione, dovrebbero essere uno strumento di indirizzo dell’attività prescrittiva dei medici, allo scopo di assicurare l’impiego appropriato dei medicinali. «Al contrario» prosegue il comunicato «la nota non fa altro che rafforzare il trend crescente di prescrizioni di farmaci che, oltre a non avere un reale beneficio in termini di riduzione della mortalità per cause cardiovascolari, comporta un aggravio di spesa per il Ssn».

(Visited 11 times, 1 visits today)
LA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti per non perderti gli ultimi dati del mercato della farmacia