Boehringer Ingelheim, primo semestre ok

Boehringer Ingelheim, primo semestre ok

Il primo semestre del 2015 si chiude con una apprezzabile crescita per Boehringer Ingelheim: il fatturato complessivo del gruppo arriva infatti a toccare i 7,4 miliardi di euro al netto degli effetti di cambio, per un incremento del 2% rispetto allo stesso periodo dell’anno passato (e del 13% al lordo degli effetti valutari). Si distinguono in particolare la divisione farmaci di automedicazione e la divisione veterinaria, mentre i farmaci da prescrizione – il comparto più rilevante di Boehringer Ingelheim – realizzano nel semestre un fatturato di 5.369 milioni di euro, che al netto degli effetti di cambio corrisponde a un +1%.


«Con il lancio nei mesi scorsi di nuovi prodotti» dichiara Andreas Barner, presidente del consiglio di amministrazione del gruppo tedesco «abbiamo ulteriormente rinnovato il nostro portafoglio. Nel contesto in costante evoluzione dell’industria farmaceutica, in particolare nei mercati per noi importanti come Usa e Giappone, reagiamo con iniziative lungimiranti e di ampio respiro per incrementare l’efficienza». Il prodotto che realizza le vendite maggiori, con un fatturato di 1.763 milioni di euro, rimane il tiotropio, un farmaco contro la Bpco.

(Visited 37 times, 1 visits today)
LA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti per non perderti gli ultimi dati del mercato della farmacia