Catturare l’attenzione oggi

Catturare l’attenzione oggi

Entrare in sintonia con il proprio pubblico, in modo immediato e significativo. Catturare l’attenzione è un’impresa sempre più delicata oggi.

Spiega la professoressa Laura Iacovone, docente di Consumer & Shopping Behavior al corso di laurea in Comunicazione e Marketing presso l’Università degli studi di Milano: «Come mai la comunicazione con le immagini è diventata tanto importante? Le persone sono sempre più distratte, apparentemente hanno meno tempo, in realtà fanno sempre più fatica a concentrarsi, tempestate di continuo da stimoli che interrompono pensieri e azioni».

Gli stimoli più potenti sono quelli che colpiscono i cinque sensi, quelli elementari e quindi più pericolosi, perché non mediati da processi di elaborazione. «Le immagini o ancor più i filmati, soprattutto con una forte carica emotiva, hanno un effetto di gran lunga superiore alla parola e portano a memorizzare molto più rapidamente un logo o un messaggio. Le immagini hanno tuttavia effetto se si sintonizzano con la realtà, perché diventano la rappresentazione plastica di come chi fa comunicazione conosca effettivamente o meno le persone alle quali intende rivolgersi. Queste ultime hanno infatti nel tempo maturato una diversa sensibilità e valori diversi rispetto al passato. In questo senso la stessa modalità di comunicazione prescelta diventa codice e linguaggio».

Occorre quindi partire dall’osservazione della realtà, evitando mode “calate dall’alto” e immagini patinate. Catturare la vita com’è, anche le cose belle che comunque esistono: come il sorriso di una mamma in bicicletta con il bambino in una zona ciclabile della città.

«Attenzione al fai da te o all’improvvisazione quando ci si relaziona con un pubblico», conclude Iacovone. «Non è solo una questione di “immagine”, ma di forma, di stile …che è anche sostanza. Si pensi a quante piccole e continue modifiche hanno subito nel tempo i brand più noti, quali Coca Cola, Apple, Nivea o Mc Donald’s ».

(Visited 24 times, 1 visits today)
LA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti per non perderti gli ultimi dati del mercato della farmacia